Clicks10

La guerra mondiale contro la famiglia.

P.Elia
La guerra mondiale contro la Famiglia! Cari amici, come sapete a Verona , dal 29 al 31, si svolgerà il World Congress of Families, congresso mondiale della famiglie che vedrà riuniti studiosi, …More
La guerra mondiale contro la Famiglia!

Cari amici, come sapete a Verona , dal 29 al 31, si svolgerà il World Congress of Families, congresso mondiale della famiglie che vedrà riuniti studiosi, politici e leader provenienti da tutto il mondo per cercare di comprendere le cause della crisi che affligge la famiglia nel mondo occidentale e per cercare insieme le risposte su come affrontarla e superarla.

Non possiamo non notare, con tristezza, l’incredibile avversione, vorrei dire odio, che si sta creando intorno a questo evento. Un astio che non è causato dal patrocinio o meno che il governo gli offre, né dall’annunciata presenza di alcuni ministri del governo, e nemmeno dai relatori invitati al Congresso. Il livore che si sta manifestando, in una parte della società civile, politica e, dispiace dirlo, anche ecclesiale nei confronti del Congresso, è proprio nei confronti della famiglia così come la natura, per chi non crede, e il Creatore, per chi crede, l’hanno voluta: Papa mamma e bambini!
Un odio, una lotta, una “guerra”, direbbe Papa Francesco, che si sta facendo alla famiglia, definita, nell’Amoris Letitia dallo stesso Papa, come la “scultura vivente di Dio”, che dura ormai da decenni e che sta facendo sentire i suoi effetti nefasti…
Sempre meno giovani si sposano sempre meno giovani coppie generano figli. L’Italia sta diventando un paese di vecchi…

Un odio e un desiderio di distruzione della famiglia, nel mondo occidentale , che si verifica quando a livello globale l’umanità sta prendendo sempre più coscienza della ricchezza che viene dalla diversità dei popoli, dalle loro culture, dalle loro tradizioni e dal loro linguaggio.

Cosicché, paradossalmente, mentre a livello mondiale si legifera per salvaguardare le minoranze e i gruppi umani a rischio estinzione, in Europa, la guerra alla famiglia, porterà, nel giro di qualche decennio, all’estinzione dei gruppi umani nativi.

Cari fratelli e sorelle preghiamo perche Dio illumini gli Intellettuali, i politici, i governanti delle nazioni perché promulghino leggi in favore della famiglia e della natalità.

Dispiace dirlo, ma anche in campo cattolico solo un piccolo, ma agguerrito partito politico, Il Partito della Famiglia, ha intrapreso in questi giorno una raccolta di firme per presentare una istanza parlamentare a favore del reddito di Maternità che fornirebbe alle donne davvero la libertà di scegliere se lavorare o restare in casa. Un reddito che offrirebbe 1000 euro al mese per otto anni ad ogni Mamma che in accordo con il Papà decidesse di mettere al mondo un figlio.

Cari amici che mai giunga il giorno, non molto lontano nel tempo se il trend attuale dovesse continuare, in cui i giovani studino a scuola la storia dell’estinzione delle “popolazioni indigene” che per secoli hanno abitato il Continente Europeo: Italiani, Francesi, Tedeschi … Una estinzione dovuta alla miopia di coloro che pur conoscendo i pericoli e pur detenendo il potere per intervenire e salvare così la famiglia, non lo hanno fatto.