Suari
482

la nascita di Maria negli scritti di Maria Valtorta: datazione

cercherò qui di chiarire la venuta al mondo di Maria Santissima rileggendo i primi 5 capitoli dell'Evangelo come mi è stato rivelato.
nel cap. 3 del vol.primo vediamo Anna e Gioacchino che si recano al tempio in occasione della festa dei Tabernacoli(detta anche delle capanne) a fine ottobre.
qui i due sposi pregano a lungo perché gli sia concesso il dono di un figlio. Gioacchino si dice certo che saranno esauditi e dice ad Anna che quando sentirà il figlio muoversi in grembo ne avrà la conferma.
La donna in gravidanza di solito avverte i primi movimenti verso il quinto mese.
nel cap. 4 Anna ( Che Maria Valtorta stima avere tra i 50 e i 55 anni) canta di gioia e nel canto dice espressamente che sono nel mese di nisan, che corrisponde a marzo- aprile. Dice che già alla festa delle luci( cioè a dicembre) aveva avuto la speranza di essere incinta ma aveva aspettato a comunicarlo al marito per non rischiare di sbagliarsi.
Ora però ne è certa e ne parla con Gioacchino che le chiede la ragione di quel canto.
Quindi si può pensare che Anna abbia sentito con certezza muoversi la bambina in grembo.
nel cap. 5 si descrive la nascita di Maria Santissima.
Il clima è caldo torrido e c'è siccità. scoppia un violento temporale ma al momento della nascita di Maria S.S. esce l'arcobaleno che la Valtorta dice stagliarsi nel cielo terso di settembre.
Questo fa pensare che Maria sia nata a settembre, ma i conti non tornano se si pensa che il concepimento sia avvenuto a fine ottobre.
29/10+280 giorni=5agosto
Può essere che quando la Valtorta contemplando il cielo azzurro il giorno della nascita di Maria dice: "cielo terso di Settembre" lo dica perché crede alla Chiesa e non dubita che Maria sia nata in settembre.
Mentre dal testo dell'Evangelo, seguendo il ragionamento che ho riportato si deduce che sia nata i primi di Agosto.
Questa è una prova ulteriore che Maria Valtorta non programma ciò che scrive ma è una spettatrice estranea delle visioni e ciò che lei pensa non conta, conta ciò che vede e sente!