Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
Clicks231

Bellissima riflessione teologica su san Giuseppe.

FabrizioMedici
Immagino questo bellissimo discorso che ha fatto papa Francesco , rivolto a san Giuseppe. Sì, le stesse cose che Gesù fa a noi, le ha fatte san Giuseppe a suo figlio Gesù. Sembra quasi a voler …More
Immagino questo bellissimo discorso che ha fatto papa Francesco , rivolto a san Giuseppe. Sì, le stesse cose che Gesù fa a noi, le ha fatte san Giuseppe a suo figlio Gesù. Sembra quasi a voler siginificare che le delicatezze che Gesù rivolgeva alle persone, fossero un riflesso di quello che Giuseppe gli insegnava.

Città del Vaticano (Martedì, 12-11-2013, Gaudium Press) "Affidiamoci a Dio come una bambino si affida alle mani del suo papà", è stata la richiesta di Papa Francesco ai fedeli presenti alla Santa Messa celebrata presso la Casa Santa Marta, stamattina, 12 novembre.

Per il Santo Padre, il Signore mai ci abbandona e anche quando ci rimprovera, Dio non ci dà uno schiaffo ma una carezza.

Svolgendo la sua omelia in base alla Prima Lettura del libro della Sapienza (Sap 2,23-3,9), il Pontefice ha detto che "per l'invidia il diavolo ha provocato la guerra, percorso che termina con la morte".

Durante il suo discorso, il Santo Padre ha detto che tutti dobbiamo passare per la morte, "ma una cosa è passare per questa esperienza con una appartenenza al diavolo e un'altra cosa è passare per questa esperienza dalla mano di Dio", poiché siamo nelle mani di Dio dall'inizio; Dio è un artigiano, ci ha fatto e non ci hanno abbandonato".

"Nostro Padre, come un Padre con suo figlio, ci insegna a camminare, ci insegna ad andare per la strada della vita e della salvezza. Sono le mani di Dio che ci carezzano nei momenti del dolore, ci confortano. E anche in queste carezze, tante volte, c'è il perdono.

Il Papa ha anche detto che tante volte sentiamo dire da persone "Mi affido alle mani di Dio!", perché "lì stiamo sicuri, perché nostro Padre che ci vuole bene, e le Sue mani anche ci guariscono dalle nostre malattie spirituali".

"Pensiamo alle mani di Gesù, quando toccava gli ammalati e li guariva. Lui ci rimprovera quando c'è bisogno, ma mai ci fa del male. Egli è Padre e le anime dei giusti sono nelle Sue mani. Egli ci ha creato e ci ha dato la salute eterna; le Sue mani ci accompagnano nelle strade della vita. Affidiamoci alle mani di Dio, come un bambino si affida alla mano del suo papà. E' una mano sicura quella!", ha concluso. (LMI)