Simona Serafini
Simona Serafini
443
LA STORIA DI DISMA, IL BUON LADRONE. Alla luce delle Rivelazioni a Maria Valtorta. A cura di Giovanna Busolini. Sicuramente ognuno di noi, una volta nella vita, si è chiesto come ha potuto il buon …More
LA STORIA DI DISMA, IL BUON LADRONE.
Alla luce delle Rivelazioni a Maria Valtorta.
A cura di Giovanna Busolini.

Sicuramente ognuno di noi, una volta nella vita, si è chiesto come ha potuto il buon ladrone avere la garanzia di poter entrare subito dopo la sua morte in Paradiso con Gesù.
La risposta ce la dà Maria Valtorta con la massima precisione, tramite un dettato di Gesù e poi ce lo conferma anche lo Spirito Santo.
Ma andiamo con ordine e vediamo di seguire, cronologicamente, quello che si può trovare o intuire, a questo riguardo, nell’Opera valtortiana.
35 pages
Simona Serafini
177
Vangelo secondo Matteo 23,1-12 In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo …More
Vangelo secondo Matteo 23,1-12
In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno. Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito. Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filatteri e allungano le frange; amano posti d'onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare ''rabbì'' dalla gente.
Ma voi non fatevi chiamare ''rabbì'', perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate nessuno ''padre'' sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo. E non fatevi chiamare ''maestri'', perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo.
Il più grande tra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà …
More
14:57
Simona Serafini
453
Dai Quaderni del 1943, 23 luglio Realtà Ultime, Segni dei Tempi Dice Gesù: «Quando il tempo verrà, molte stelle saranno travolte dalle spire di Lucifero che per vincere ha bisogno di diminuire le luci …More
Dai Quaderni del 1943, 23 luglio
Realtà Ultime, Segni dei Tempi
Dice Gesù:

«Quando il tempo verrà, molte stelle saranno travolte dalle spire di Lucifero che per vincere ha bisogno di diminuire le luci delle anime.
Ciò potrà avvenire perché non solo i laici, ma anche gli ecclesiastici hanno perso e perdono sempre più quella fermezza di fede, di carità, di forza, di purezza di distacco dalle seduzioni del mondo, necessarie per rimanere nell’orbita della luce di Dio.
Comprendi chi sono le stelle di cui parlo? Sono quelli che Io ho definito sale della terra e luce del mondo: i miei ministri.
Studio dell’acuta malizia di Satana è di spegnere, travolgendoli, questi luminari che sono luci riflettenti la mia Luce alle turbe. Se con tanta luce che ancora la Chiesa sacerdotale emana, le anime stanno sempre più sprofondando nelle tenebre, è intuitivo quale tenebra schiaccerà le turbe quando molte stelle si spegneranno nel mio cielo.
Satana lo sa e semina i suoi semi per preparare la debolezza del …More
06:13
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato" Nella sosta del sabato l'ultimo discorso della Montagna: amare la volontà di Dio Maria Valtorta - Evangelo 176 Gesù nella notte si è alquanto …More
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato"
Nella sosta del sabato l'ultimo discorso della Montagna: amare la volontà di Dio
Maria Valtorta - Evangelo 176

Gesù nella notte si è alquanto dilungato risalendo il monte, di modo che l'aurora lo mostra ritto su uno scrimolo. Pietro, che lo vede, lo accenna ai compagni ed essi salgono verso di Lui.
«Maestro, perché non sei venuto con noi? » chiedono in diversi.
«Avevo bisogno di pregare»
«Ma hai anche tanto bisogno di riposare».
«Amici, nella notte una voce è venuta dai Cieli chiedendo preghiera per i buoni e per i malvagi, ed anche per Me stesso». «Perché? Che ne hai bisogno Tu?». «Come gli altri. La mia forza si nutre di preghiera e la mia gioia di fare ciò che vuole il Padre mio. Il Padre mi ha detto due nomi di persone, e un dolore per Me. Queste tre cose dette hanno tanto bisogno di preghiera». Gesù è molto triste e guarda i suoi con occhio che pare supplichi chiedendo qualcosa, o che interroghi. Si posa su questo e su quello …More
21:59
Mario Sedevacantista Colucci shares this
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato" Il lebbroso guarito ai piedi del Monte. Generosità dello scriba Giovanni. Maria Valtorta - Evangelo 175 175.1 Fra i tanti fiori che profumano …More
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato"
Il lebbroso guarito ai piedi del Monte. Generosità dello scriba Giovanni.

Maria Valtorta - Evangelo 175
175.1 Fra i tanti fiori che profumano il suolo e allietano la vista si drizza l’orrendo spettro di un lebbroso, piagato, fetente, corroso.
La gente urla di spavento e si rovescia di nuovo sulle prime pendici del monte. Qualcuno afferra anche selci per tirarle all’imprudente.
Ma Gesù si volge a braccia aperte gridando: «Pace! State dove siete e non abbiate paura. Posate le pietre. Abbiate pietà del povero fratello. È lui pure figlio di Dio».
La gente ubbidisce, soggiogata dal potere del Maestro. Il quale si avanza attraverso le alte erbe in fiore sino a pochi passi dal lebbroso, che a sua volta, quando ha capito di essere protetto da Gesù, si è avvicinato.
Giunto vicino a Gesù, si prostra, e l’erba fiorita lo accoglie e sommerge come un’acqua fresca e profumata. I fiori ondeggiano e si riuniscono quasi facendo velo sulla miseria …More
18:38
Simona Serafini
235
II DOMENICA DI QUARESIMA - ANNO B Questi è il Figlio mio, l'amato. Dal Vangelo secondo Marco 9,2-10 In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in …More
II DOMENICA DI QUARESIMA - ANNO B
Questi è il Figlio mio, l'amato.
Dal Vangelo secondo Marco 9,2-10
In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli.
Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro.
Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra …More
33:28
Simona Serafini
374
"Assoluti nel bene come lo si è stati nel male" Catechesi a cura di Don Leonardo Maria Pompei Marta discute con Maria di Magdala perché vuole chiamare Gesù prima della morte di Lazzaro, disattendendo …More
"Assoluti nel bene come lo si è stati nel male"
Catechesi a cura di Don Leonardo Maria Pompei

Marta discute con Maria di Magdala perché vuole chiamare Gesù prima della morte di Lazzaro, disattendendo alle sue disposizioni. Emerge la forza e la tempra di Maria di Magdala. Ciclo di catechesi "Maria Maddalena negli scritti di Maria Valtorta", diciannovesima puntata, Venerdì 23 Febbraio 2024
Per ascoltare le catechesi precedenti qui:
Maria Maddalena in Maria Valtorta
54:06
Sesto discorso della Montagna: la scelta tra Bene e Male, l'adulterio, il divorzio L'arrivo importuno di Maria di Magdala Maria Valtorta - Evangelo 174 In una mattinata splendida, di un nitore d'aria …More
Sesto discorso della Montagna: la scelta tra Bene e Male, l'adulterio, il divorzio
L'arrivo importuno di Maria di Magdala
Maria Valtorta - Evangelo 174

In una mattinata splendida, di un nitore d'aria ancora più vivo del solito, per cui pare che le lontananze si accorcino o che le cose siano viste attraverso una lente oculare che le rende nitide anche nei più piccoli particolari, si prepara la folla ad ascoltare il Maestro. Di giorno in giorno la natura si fa più bella, rivestendosi della veste opulenta della piena primavera, che in Palestina mi pare sia proprio fra marzo e aprile, perché dopo prende già l'aspetto estivo con i grani maturi e le foglie già folte e complete. Ora è tutto un fiore. Dall'alto del monte, che di suo si è vestito di fiori anche nei punti apparentemente meno atti a fiorire, si vede la pianura col suo mareggiare di grani ancora flessuosi al vento, che dà loro moto d'onda verde glauca, appena tinta di oro pallido sulla cima delle spighe che graniscono fra le reste …More
01:27:49
VIA CRUCIS SECONDO GLI SCRITTI DI MARIA VALTORTA in audio, libero adattamento a cura della signora Giovanna Busolini in Video👇 VIA CRUCIS SECONDO GLI SCRITTI DI MARIA VALTORTA. VIDEO. Testo in PDF👇More
VIA CRUCIS SECONDO GLI SCRITTI DI MARIA VALTORTA in audio, libero adattamento a cura della signora Giovanna Busolini
in Video👇

VIA CRUCIS SECONDO GLI SCRITTI DI MARIA VALTORTA. VIDEO.
Testo in PDF👇
VIA CRUCIS SECONDO GLI SCRITTI DI MARIA VALTORTA
01:29:16
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato" Terzo discorso della Montagna: i consigli evangelici che perfezionano la Legge Maria Valtorta - Evangelo 171 Continua il discorso del Monte. Il …More
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato"
Terzo discorso della Montagna: i consigli evangelici che perfezionano la Legge
Maria Valtorta - Evangelo 171

Continua il discorso del Monte.
Il luogo e l'ora sono sempre gli stessi. La gente è ancora più aumentata. In un angolo, presso un sentiero, come volesse udire ma non eccitare ripugnanze fra la folla, è un romano. Lo distinguo per la veste corta e il mantello diverso. Ancora vi sono Stefano ed Erma.
E Gesù va lentamente al suo posto e riprende a parlare.
«Con quanto vi ho detto ieri non dovete giungere al pensiero che Io sia venuto per abolire la Legge. No. Solo, poiché sono l'Uomo e comprendo le debolezze dell'uomo, Io ho voluto rincuorarvi a seguirla col dirigere il vostro occhio spirituale non all'abisso nero, ma all'Abisso luminoso. Perché, se la paura di un castigo può trattenere tre volte su dieci, la certezza di un premio slancia sette volte su dieci. Perciò più che la paura fa la fiducia. Ed Io voglio che voi l'abbiate …More
30:15
Mario Sedevacantista Colucci shares this
Simona Serafini
Ho dovuto rimuovere il precedente post del 20 febbraio perchè errato, ora ho postato quello giusto, chiedo venia 😇
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato" Quinto discorso della Montagna: l'uso delle ricchezze, l'elemosina, la fiducia in Dio Maria Valtorta - Evangelo 173 Lo stesso discorso della …More
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato"
Quinto discorso della Montagna: l'uso delle ricchezze, l'elemosina, la fiducia in Dio
Maria Valtorta - Evangelo 173

Lo stesso discorso della Montagna.
La folla aumenta sempre, più i giorni passano. Vi sono uomini, donne, vecchi, bambini, ricchi, poveri. E sempre presente la coppia Stefano-Erma, per quanto ancora non aggregata e fusa ai vecchi discepoli capitanati da Isacco. E ancora vi è la nuova coppia, costituita ieri, del vecchione e della donna. Sono ben davanti, vicino al loro Consolatore, e i loro aspetti sono molto più sollevati di ieri. Il vecchio, quasi per rifarsi dei molti mesi o anni che fu trascurato dalla figlia, ha messo la sua mano rugosa sulle ginocchia della donna, e questa gliela carezza per quel bisogno innato della donna, moralmente sana, di essere materna.
Gesù passa loro vicino per salire al suo rustico pulpito e nel passare carezza la testa del vecchione, che lo guarda come lo vedesse già in veste di Dio. …More
37:25
Mario Sedevacantista Colucci shares this
Predizioni sulla Chiesa Maria Valtorta - Evangelo 635.11-17 (...) "In verità vi dico che per le colpe del Tempio questa nazione sarà dispersa. Ma anche in verità vi dico che ugualmente sarà distrutta …More
Predizioni sulla Chiesa
Maria Valtorta - Evangelo 635.11-17

(...)
"In verità vi dico che per le colpe del Tempio questa nazione sarà dispersa. Ma anche in verità vi dico che ugualmente sarà distrutta la Terra quando l'abominio della desolazione entrerà nel novello Sacerdozio conducendo gli uomini all'apostasia per abbracciare le dottrine d'inferno. Allora sorgerà il figlio di Satana e i popoli gemeranno in un tremendo spavento, pochi restando fedeli al Signore, e allora anche, fra convulsioni d'orrore, verrà la fine dopo la vittoria di Dio e dei suoi pochi eletti, e l'ira di Dio su tutti i maledetti. Guai, tre volte guai se per quei pochi non ci saranno ancor santi, gli ultimi padiglioni del Tempio di Cristo! Guai, tre volte guai se, a confortare gli ultimi cristiani, non ci saranno veri Sacerdoti come ci saranno per i primi.
In verità l'ultima persecuzione sarà orrenda, non essendo persecuzione d'uomini ma del figlio di Satana e dei suoi seguaci. Sacerdoti? Più che sacerdoti dovranno …More
26:44
Simona Serafini
163
Quarto discorso della Montagna: il giuramento, la preghiera, il digiuno. Il vecchio Ismaele e Sara Maria Valtorta - Evangelo 172 Continua il discorso sulla Montagna. Lo stesso luogo e la stessa ora. …More
Quarto discorso della Montagna: il giuramento, la preghiera, il digiuno. Il vecchio Ismaele e Sara
Maria Valtorta - Evangelo 172

Continua il discorso sulla Montagna. Lo stesso luogo e la stessa ora. La folla, meno il romano, è la stessa, forse ancora più numerosa perché molti sono fin sull'inizio dei sentieri che conducono alla valletta. Gesù parla:
«Uno degli errori facili nell'uomo è la mancanza di onestà anche verso se stesso. E dato che l'uomo è difficilmente sincero e onesto, ecco che da se stesso si è creato un morso per essere obbligato ad andare per la via che ha detto. Morso che, del resto, egli, come cavallo indomito, presto si sposta modificando a suo piacere l'andare, o si leva del tutto facendo il suo comodo senza più riflessione a ciò che può ricevere di rimprovero da Dio, dagli uomini e dalla sua propria coscienza.
Questo morso è il giuramento. Ma non è necessario il giuramento fra gli onesti, e Dio, di suo, non ve lo ha insegnato. Anzi vi ha fatto dire: "Non dire falso …More
48:13
Le opinioni sul Figlio dell’uomo. Il primato a Simon Pietro. (...) «Ma la gente, voi che l’avvicinate, così alla buona, più di Me, e senza la soggezione che Io posso incutere, che dice che Io sia? E …More
Le opinioni sul Figlio dell’uomo. Il primato a Simon Pietro.
(...)
«Ma la gente, voi che l’avvicinate, così alla buona, più di Me, e senza la soggezione che Io posso incutere, che dice che Io sia? E come definisce il Figlio dell’uomo?».
«Chi dice che tu sei Gesù, ossia il Cristo, e sono i migliori. Gli altri ti dicono Profeta, altri solo Rabbi, e altri, Tu lo sai, ti dicono pazzo e indemoniato».
«Qualcuno usa per Te il nome stesso che Tu ti dai, e ti dice: “Figlio dell’uomo”».
«E alcuni anche dicono che ciò non può essere, perché il Figlio dell’uomo è ben altra cosa. Né è sempre negazione questa. Perché in fondo essi ammettono che Tu sei da più del Figlio dell’uomo: sei il Figlio di Dio. Altri invece dicono che Tu non sei neppure il Figlio dell’uomo, ma un povero uomo che satana agita o che sconvolge la demenza. Tu vedi che i pareri sono molti e tutti diversi», dice Bartolomeo.
«Ma per la gente chi è dunque il Figlio dell’uomo?».
«E’ un uomo nel quale siano tutte le virtù più belle …More
10:20
Vedere il mondo sottosopra Catechesi a cura di Don Leonardo Maria Pompei Dialogo tra Gesù e Giuda dopo una lezione data a Gesù a due duellanti che volevano uccidersi a cui frantumò miracolosamente le …More
Vedere il mondo sottosopra
Catechesi a cura di Don Leonardo Maria Pompei
Dialogo tra Gesù e Giuda dopo una lezione data a Gesù a due duellanti che volevano uccidersi a cui frantumò miracolosamente le lame dei coltelli. Giuda emblema di chi vive per il potere, il denaro e la lussuria. E di chi cerca la bontà e la misericordia senza passare per la severità e la penitenza: ossia di una visione del mondo completamente sottosopra. Ciclo di catechesi "Il mistero di Giuda", terza puntata, Martedì 20 Febbraio 2024

Per ascoltare le puntate precedenti qui:
Il mistero di Giuda
49:14
La disputa con scribi e farisei a Cafarnao. L'arrivo della Madre e dei fratelli. Maria Valtorta - Evangelo 269 269.1 La stessa scena della passata visione. Gesù si accomiata dalla vedova, tenendo però …More
La disputa con scribi e farisei a Cafarnao. L'arrivo della Madre e dei fratelli.
Maria Valtorta - Evangelo 269
269.1
La stessa scena della passata visione. Gesù si accomiata dalla vedova, tenendo però già per mano il piccolo Giuseppe, e dice alla donna: «Non verrà nessuno prima del mio ritorno, a meno che non sia un gentile. Ma chiunque venga trattienilo fino a dopo domani dicendo che verrò senza fallo».
«Lo dirò, Maestro. E se vi saranno malati li ospiterò come Tu mi hai insegnato».
«Addio, allora, e la pace sia con voi. Vieni, Mannaen».
Da questo breve spunto comprendo che malati e infelici in genere lo hanno raggiunto a Corozim e che all’evangelizzazione del lavoro Gesù ha unito quella del miracolo. E se Corozim resta sempre indifferente è proprio segno che è terreno selvaggio e incoltivabile. Pure Gesù la traversa, salutando quelli che lo salutano, come nulla fosse, e poi riprendendo a parlare con Mannaen, che è incerto se ripartire per Macheronte o rimanere ancora una settimana…More
37:54
🌟Dio ti protegga e ti benedica 🌟More
🌟Dio ti protegga e ti benedica 🌟
06:42
william jenny barbero
che bella che è l Italia!
Se i preti ti scandalizzano, non lasciare la Chiesa a cura di Fede & Cultura - di Giovanni Zenone "Ecco la mia risposta a una persona che mi ha scritto di avere lasciato la Chiesa perché scandalizzata …More
Se i preti ti scandalizzano, non lasciare la Chiesa
a cura di Fede & Cultura - di Giovanni Zenone

"Ecco la mia risposta a una persona che mi ha scritto di avere lasciato la Chiesa perché scandalizzata dai preti. Uno sbaglio che purtroppo molti fanno. Ecco le ragioni per cui è uno sbaglio e cosa si deve invece fare."
Professor Giovanni Zenone
Fonte: Se i preti ti scandalizzano, non lasciare la Chiesa
09:28
La preghiera del ‘Padre nostro’. Maria Valtorta - Evangelo 203 28 giugno 1945. 203.1 Gesù esce con i suoi da una casa prossima alle mura e credo sempre nel rione di Bezeta, perché per uscire dalle …More
La preghiera del ‘Padre nostro’.
Maria Valtorta - Evangelo 203
28 giugno 1945.
203.1 Gesù esce con i suoi da una casa prossima alle mura e credo sempre nel rione di Bezeta, perché per uscire dalle mura si deve ancora passare davanti alla casa di Giuseppe, che è presso la porta che ho sentito definire “di Erode”. La città è semideserta nella sera placida e lunare. Comprendo che è stata consumata la Pasqua in una delle case di Lazzaro, che però non è per nulla la casa del Cenacolo. Questa è proprio agli antipodi di quella. Una a nord, l’altra a sud di Gerusalemme.
Sulla porta di casa Gesù si accomiata, col suo garbo gentile, da Giovanni di Endor, che Egli lascia a custodia delle donne e
che ringrazia per questa custodia. Bacia Marjziam, che è venuto anche lui sulla porta, e poi si avvia fuori della porta detta di Erode.
«Dove andiamo, Signore?».
«Venite con Me. Vi porto a coronare con una perla rara e desiderata la Pasqua. Per questo ho voluto stare con voi soli. I miei apostoli! Grazie,…More
23:29
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato" Secondo discorso della Montagna: il dono della Grazia e le beatitudini Maria Valtorta - Evangelo 170 24 maggio 1945. 170.1 Gesù parla agli …More
Ammaestramenti da "L'Evangelo come mi è stato rivelato"
Secondo discorso della Montagna: il dono della Grazia e le beatitudini
Maria Valtorta - Evangelo 170

24 maggio 1945.
170.1 Gesù parla agli apostoli mettendoli ognuno al loro posto per dirigere e sorvegliare la folla, che sale fin dalle prime ore del mattino con malati portati a braccio o in barella o trascinantisi sulle grucce. Fra la gente sono Stefano e Erma.
L’aria è tersa e un poco freschetta, ma il sole tempera presto questo frizzare di aria montanina che, rendendo mite il sole, se ne avvantaggia però, facendosi di una purezza fresca ma non rigida.
La gente si siede sui sassi e pietroni che sono sparsi nella valletta fra le due cime, altri attendono che il sole asciughi l’erba rugiadosa per sedersi sul suolo. È molta la gente e di tutte le plaghe palestinesi e di tutte le condizioni. Gli apostoli si sperdono nella moltitudine ma, come api che vanno e vengono dai prati all’alveare, ogni tanto tornano presso il Maestro per riferire …More
51:36