Clicks1.3K
it.news
3

Rispettare le regole non serve: polizia militare interrompe una Cresima

La polizia militare brasiliana ha interrotto il 28 novembre una Cresima a Botuverá, arcidiocesi di Florianópolis, anche se le rigide regole per il Covid-19 erano state osservate.

La cerimonia era stata perfino trasferita dalla chiesa al salone parrocchiale, usato solo al 30% della capienza massima, per poter mantenere la distanza sanitaria. I presenti indossavano la mascherina e hanno usato il disinfettante (immagini).

Le autorità civili del posto avevano dato il permesso per svolgere la cerimonia, avevano perfino visitato il salone parrocchiale, aiutando a prepararlo.

L'arcivescovo di Florianópolis, Wilson Jönck, ha spiegato in una dichiarazione del 1° dicembre che la polizia ha improvvisamente considerato la Messa un "evento sociale" e non una liturgia, perché avveniva nel salone.

"Se non si riconosce la differenza tra una Messa e un ballo di carnevale, il dialogo diventa difficile," ha commentato Jönck. Nonostante l'incursione della polizia, la cerimonia di Cresima è continuata, ma è stata proibita la distribuzione della Comunione.

Foto: Luan Jorge da Luz, #newsQjileckjji

Christoforus78
L'autorità civile ormai si crede padrona di tutto e tutto. La Chiesa dovrebbe ribadire la sua suprema autorità ma è troppo sottomessa al mondo per usarla.
Veritasanteomnia
L'autorità ecclesiastica fa parte del gioco a pieno titolo
nolimetangere
Perchè il covid c'è ma è stato creato per disabituare i Cattolici e per prendere il controllo del potere