it.news
1.2K

Bufala abusi: vescovo anticattolico se la cava dopo aver manipolato e messo a tacere abusi

Franz-Josef Bode, vescovo di Osnabrück (Germania) e vicepresidente dei vescovi tedeschi, ha affermato il 22 settembre, durante una conferenza stampa, di essersi consultato con l'omosessualista Hans Zollner, Gesuita e funzionario del Vaticano per i casi di abusi, prima di decidere di NON dimettersi.

Bode è accusato fondatamente di aver mal gestito accuse di abusi; ha lasciato al loro posto dei preti [liberali] accusati, oppure li ha rinominati. Bode ha riconosciuto di aver commesso "errori gravi" e si è scusato, MA non si è dimesso.

Il suo riferimento a Zollner è stato ampiamente interpretato nel senso che Zollner ha sostenuto la decisione di Bode di rimanere al suo posto. In precedenza, Zollner aveva chiesto le dimissioni in casi simili.

Quando PillarCatholic.com gliel'ha chiesto, Zollner non ha commentato la conversazione privata con Bode, dicendo che ulteriori commenti andrebbero chiesti al vescovo.

Il portavoce di Bode ha ammesso il 5 ottobre che "Zollner non si è espresso né a favore né contro le dimissioni del vescovo", nonostante Bode avesse fatto capire il contrario a settembre.

L'oligarchia mediatica anticattolica sta zitta sulla questione, perché Bode è il loro uomo, mentre attaccano senza tregua con false accuse Woelki, cardinale di Colonia, considerato troppo Cattolico.

Ciò prova che gli abusi interessano agli oligarchi solo se possono usarli per finalità loro.

Foto: Franz-Josef Bode © wikicommons CC BY-SA, #newsGflioarvzi