it.news
11.1K

Perversione? Non sono d'accordo. Di Danilo Quinto

Le cronache dei giornali riportano in questi giorni la vicenda di una bambina di 11 anni, abusata da quando aveva 3 anni da suo padre, che voleva coinvolgerla in un rapporto sessuale con il suo compagno.

Ho letto commenti che parlano di perversione. Non sono d'accordo. Non si tratta solo di perversione.

La vicenda è esemplare rispetto allo stile di vita del mondo occidentale: se si accetta che le azioni dell'uomo non debbano rispondere a nessun tipo di legge superiore, ma solo alla sua natura - che è di per sè malvagia e dedita al male – alla sua libertà e alla sua coscienza, tutto può essere consentito e si lascia campo libero ai potentati delle tenebre, alle forze demoniache, che in questo momento storico sono scatenate.

Con il permesso di Dio, abitano sulla Terra e sembrano aver abbandonato gli Inferi, per impossessarsi delle anime di tutti.

È un vero e proprio assalto, che è iniziato da secoli e secoli - sin dalla morte di Cristo in Croce, perpetrata da uomini malvagi, dannati per l’eternità - ed ha avuto il suo momento culminante nel Concilio Vaticano II, che ha svuotato la Chiesa della sua sacralità, del suo ancoraggio a Cristo, della sua Messa di Sempre.

Gli uomini, così, sono rimasti soli, in balia del male. Senza l'aiuto della liturgia sacra che per due millenni ha celebrato Cristo, Re del Cielo e della Terra e dei sacramenti, che costituiscono l'unico modo per salvarsi per l'eternità. Il mondo, nemico di Dio, ha preso il sopravvento.

Non disperiamo, però. Cristo, con la Sua morte in Croce e la Sua resurrezione, ha già vinto il mondo. Sottoponiamoci a questa dura prova con la consapevolezza che Lui fa nuove tutte le cose.

Il mio nuovo libro LE SFUMATURE DELLE TENEBRE – I lupi sono usciti dalle loro tane, che finalmente è stato possibile spedire, riguarda proprio questo tema: la lotta tra il Bene e il Male ed in particolare gli ultimi tre anni della nostra vita: la dittatura mediatica e sanitaria e la saldatura dei due poteri, civile e religioso, come accadde duemila anni fa, contro Cristo e quindi contro la persona umana.

In copertina, uno straordinario dipinto, intitolato Processo alle intenzioni, del Maestro e amico Giovanni Gasparro, che con generosità mi ha concesso la riproduzione, come molte volte è accaduto in questi anni.

Per chi volesse il libro, ricordo le modalità per la donazione di 18 euro:

• PAYPAL a questo link paypal.me/PQUINTO1?utm_unptid=e3415fc6-8daf-11e9-af56-441ea1

• Bonifico sul conto intestato Pasquale Quinto
IBAN IT 54 Y 36081 0513820 1764601769
• Ricarica su carta intestata Pasquale Quinto
numero 5333 1710 7086 6807 - codice fiscale QNTPQL56B10A662I
DEFENSOR FIDEI
Questi maledetti porci - MALEDETTI DA DIO, ANZITUTTO – ora possono fare tutto ciò che vogliono, e gli Stati li fiancheggiano.
MA RICORDATEVI BENE, SCHIFOSI SUINI: IO SONO SICURO CHE PER VOI E' RISERVATA LA PARTE PEGGIORE DELL'INFERNO, CON TORMENTI FISICI E SPIRITUALI INAUDITI PER SEMPRE. PER TUTTA L'ETERNITA'.
LA PAGHERETE, ASSIEME A TUTTI QUELLI CHE ORA VI PROTEGGONO!