P.Elia
P.Elia
15193

¡La fe de unos pocos puede incendiar el mundo!

01:39
La fe de unos pocos puede incendiar el mundo (Benedicto XVI) 20 de Octubre 2019 XXIX Domingo del Tiempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, para entender por qué Jesús invita a sus discípulos a …More
La fe de unos pocos puede incendiar el mundo (Benedicto XVI) 20 de Octubre 2019 XXIX Domingo del Tiempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, para entender por qué Jesús invita a sus discípulos a rezar sin cansarse, debemos reflexionar brevemente sobre el misterio de su vida. De hecho, es solo a través de la unión íntima que tuvo con el Padre, fruto de su oración incesante, que Jesús, Hijo de Dios, fue capaz de vencer el mal y la muerte. El Redentor del mundo, de hecho, por su continua unión con el Padre, obtiene la victoria absoluta sobre el mal no solo cuando cura a los enfermos de todo tipo de enfermedades, no solo cuando le devuelve la vida a los muertos, sino sobre todo cuando perdona los pecados purificando el corazón del hombre del egoísmo, que es la raíz de todo el mal que hay en el mundo. Una victoria que se logra, paradójicamente, cuando nuestro Salvador "pierde" su vida por nuestro amor en la Cruz, desatando esa explosión de "luz" que es la Resurrección. Queridos …More
HERMOSAS PALABRAS UN SACERDOTE DE VERDAD COMO DIOS LO PIDE.
DEFENSA DE LA FE and 4 more users like this.
P.Elia
6

The faith of few can set the world on fire

01:41
The faith of few can set the world on fire (Benedict XVI) October 20 2019 XXIX Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, in order to understand why Jesus invites his disciples to keep on …More
The faith of few can set the world on fire (Benedict XVI) October 20 2019 XXIX Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, in order to understand why Jesus invites his disciples to keep on praying without getting tired, we must briefly reflect on the mystery of His life. In fact, it is only through the intimate union he had with the Father, fruit of his incessant prayer, that Jesus, Son of God, was able to defeat evil and death. The Redeemer of the world, in fact, for his uninterrupted union with the Father, obtains the absolute victory over evil not only when he heals the sick from every kind of disease, not only when he brings the dead back to life, but above all when he forgives sins by purifying the heart of man from selfishness which is the root of all the evil which is in the world. A victory that is accomplished, paradoxically, when our Savior "loses" his life for our love on the Cross, unleashing that explosion of "light" which is the Resurrection. Dear brother and …More
P.Elia
4

La fede di pochi può incendiare il mondo!

01:39
La fede di pochi può incendiare il mondo! (Benedetto XVI) 20 Ottobre 2019 XXIX Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, per capire il motivo per cui Gesù invita i suoi discepoli a …More
La fede di pochi può incendiare il mondo! (Benedetto XVI) 20 Ottobre 2019 XXIX Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, per capire il motivo per cui Gesù invita i suoi discepoli a pregare sempre senza stancarsi, dobbiamo riflettere brevemente sul mistero della Sua vita. Infatti, è solo per l’unione intima che aveva con il Padre, frutto della sua preghiera incessante, che Gesù, Figlio di Dio, ha potuto sconfiggere il male e la morte. Il Redentore del mondo, infatti, per la sua ininterrotta unione con il Padre, ottiene la vittoria assoluta sul male non solo quando cura gli infermi da ogni tipo di malattia, non solo quando riporta in vita i defunti, ma soprattutto quando perdona i peccati purificando il cuore dell’uomo dall’egoismo che è la radice di tutto il male che c’è nel mondo. Una vittoria che si realizza, paradossalmente, nel momento in cui il nostro Salvatore “perde” la sua vita per amor nostro sulla Croce, scatenando quell’esplosione di “luce” che è la Risurrezione.…More
P.Elia
4

Naamán y Eliseo

01:39
Naamán y Eliseo 13 de Octubre 2019 XXVIII Domingo del Tiempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, el pasaje de la primera lectura del domingo 13 de octubre, un pasaje del segundo libro de los …More
Naamán y Eliseo 13 de Octubre 2019 XXVIII Domingo del Tiempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, el pasaje de la primera lectura del domingo 13 de octubre, un pasaje del segundo libro de los Reyes, que concluye la hermosa historia del milagro de la curación de la lepra del general sirio, Naamán, por Dios a través del profeta Eliseo, nos hace entender el camino que el hombre debe tomar para encontrarse con el Dios viviente, para conocerlo no de oídas, sino personalmente. Resumiendo al máximo, podemos decir que Naamán, el Jefe de Estado Mayor del ejército sirio, después de descubrir que se estaba enfermando de lepra. 1) En primer lugar, acepta su condición y no oculta su necesidad de salvación. 2) Luego, cree en la esclava israelita que le cuenta sobre el hombre de Dios residente en Israel, el profeta Eliseo, capaz de sanarlo en el nombre del Dios de Abraham, de Isaac y de Jacob. 3) Por esta razón, decide salir de su país y abandonar a sus dioses con la esperanza de encontrarse con …More
P.Elia
4

Naaman and Elisha

01:39
Naaman and Elisha October 13 2019 XXVIII Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, the passage of the first reading of the holy Mass of Sunday, October 13, a passage from the second book …More
Naaman and Elisha
October 13 2019 XXVIII Sunday of Ordinary Time
Dear brothers and sisters, the passage of the first reading of the holy Mass of Sunday, October 13, a passage from the second book of the Kings, which concludes the beautiful story of the healing of the Syrian General, Naaman, by God through the Prophet Elisha, makes us understand the path that man must take to meet the living God, to know him not by hearsay, but personally. Summarizing to the maximum we can say that Naaman, Commander in chief of the Syrian army, after finding out he was getting down with leprosy 1) first of all, he accepts his condition and makes no secret of his need for salvation. 2) Then, he believes in the Israelite slave who tells him about the man of God residing in Israel, the prophet Elisha, able to heal him in the name of the God of Abraham, Isaac and Jacob. 3) For this reason, he decides to leave his country and his gods in the hope of meeting the Prophet of Israel and relying on his …More
P.Elia

L’Uomo di Dio e il Generale Siriano

04:33
L’Uomo di Dio e il Generale Siriano 13 Ottobre 2019, XXVIII Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, il brano della prima lettura di Domenica, 13 Ottobre, un brano del secondo libro dei …More
L’Uomo di Dio e il Generale Siriano
13 Ottobre 2019, XXVIII Domenica del Tempo Ordinario

Cari fratelli e sorelle, il brano della prima lettura di Domenica, 13 Ottobre, un brano del secondo libro dei re che conclude la bellissima storia della guarigione del Generale Siriano, Naaman, ad opera di Dio per mezzo del Profeta Eliseo, ci fa comprendere il cammino che l’uomo deve fare per incontrare il Dio vivente, per conoscerlo non per sentito dire, ma personalmente. Sintetizzando al massimo, siamo collocati storicamente nell’VIII secolo avanti Cristo e Naaman, il Capo di Stato Maggiore dell’esercito Siriano, viene colpito dalla lebbra. Dalla schiava della moglie, tradotta da Israele, viene a sapere che in quel Paese c’è un uomo di Dio, chiamato Eliseo, che sarebbe sicuramente capace di liberarlo dalla lebbra. Ed ecco cari fratelli e sorelle, che abbiamo qui il primo passo di questo cammino di cui abbiamo detto all’inizio: Naamam decide di lasciare il suo paese e i suoi dei per andare …More
P.Elia

A faith that frees...

02:32
A faith that frees October 6, 2019 XXVII Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, in our post-modern and post-Christian western world, in which, since the beginning of the 1960s, as Benedic…More
A faith that frees
October 6, 2019 XXVII Sunday of Ordinary Time

Dear brothers and sisters, in our post-modern and post-Christian western world, in which, since the beginning of the 1960s, as Benedict XVI explained to us masterfully, a progressive moral collapse was followed by a progressive eclipse of God which is why today we no longer speak of God not even, unfortunately, in theology, the request made to Jesus by the Apostles, which we listen in the Gospel of Sunday, October 6, "Lord increase our faith!", may seem, to say the least, anachronistic, out of time. But, dear brothers and sisters, we believe it is important to meditate, even for a few minutes, on the reasons that led the Apostles to make that request ...
We can affirm with absolute certainty that it was the lifestyle of the Man Jesus, at that time, in fact, the Apostles had not yet understood with whom they really were dealing with… characterized by a boundless faith in the God of their fathers, Abraham, Isaac and Jacob …More
P.Elia
5

La fe que libera...

02:28
La fe que libera… 6 de Octubre 2019, XXVII Domingo del Tiempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, en nuestro mundo occidental post moderno y post cristiano, en el que, desde el comienzo de los …More
La fe que libera…
6 de Octubre 2019, XXVII Domingo del Tiempo Ordinario

Queridos hermanos y hermanas, en nuestro mundo occidental post moderno y post cristiano, en el que, desde el comienzo de los años sesenta, como Benedicto XVI nos explicó con maestría, un colapso moral progresivo fue seguido por un eclipse progresivo de Dios, por lo que hoy en el occidente ya no se habla de Dios ni siquiera , lamentablemente, en teología. La solicitud hecha a Jesús por los Apóstoles, que escuchamos en el Evangelio del domingo 6 de octubre, "¡Señor aumenta nuestra fe!", Puede parecer, por decir lo menos, anacrónica, fuera del tiempo. Pero, queridos hermanos y hermanas, creemos que es importante meditar, también si solo por unos minutos, sobre las razones que llevaron a los Apóstoles a hacer esa solicitud ...
Podemos afirmar con absoluta certeza que era el estilo de vida del Hombre Jesús, caracterizado por una fe ilimitada en el Dios de sus padres, Abraham, Isaac y Jacob que motivò a los apóstoles! …More
P.Elia
1

La "deep fake" generation.

02:00
La “deep fake” generation Cari fratelli e sorelle, è di questi giorni la notizia proveniente dall’Iran dell’arresto per blasfemia, di Sahar Tabar: la star di Instagram che vuole assomigliare alla "…More
La “deep fake” generation
Cari fratelli e sorelle, è di questi giorni la notizia proveniente dall’Iran dell’arresto per blasfemia, di Sahar Tabar: la star di Instagram che vuole assomigliare alla "sposa cadavere”. La 22enne iraniana è diventata famosa su Instagram per aver fatto credere di essersi sottoposta a una cinquantina di interventi estetici per assomigliare alla star di Hollywood Angelina Joile, più recentemente aveva mostrato il suo vero volto agli oltre 65 mila follower, sorprendendoli, e continuando a postare le foto ritoccate con photoshop dove sembra un personaggio di Nightmare Before Christmas o de La Sposa Cadavere. Divenuta celebre sui social, Sahar Tabar era riuscita a ingannare milioni di utenti. Ci dispiace per il suo arresto e ci auguriamo che possa essere al più presto rimessa in libertà. Episodi come questi, per cari fratelli e sorelle mettono in luce come nel nostro tempo definito della post-verità, sia facile manipolare e falsificare la realtà, la verità,…More
P.Elia

San Bruno e il silenzio

00:31
San Bruno e il silenzio 6 Ottobre 2019 Cari fratelli e sorelle, san Bruno, oggi, ci ricorda l’importanza che ha il silenzio per la rigenerazione del cervello, della mente e dello spirito. Per il …More
San Bruno e il silenzio
6 Ottobre 2019
Cari fratelli e sorelle, san Bruno, oggi, ci ricorda l’importanza che ha il silenzio per la rigenerazione del cervello, della mente e dello spirito. Per il cervello, perché secondo le ultime ricerche scientifiche il silenzio, come nel sonno, gli permette di organizzarsi e purificarsi. Per la mente perche essa lavora meglio divenendo capace di discernere quello che ci fa bene da quello che ci danneggia. Per lo spirito perché permette all’io profondo di incontrarsi con Dio, la Sorgente purissima dell’essere, che rinnova, trasforma e potenzia tutto l’uomo. San Bruno, sacerdote, che, originario di Colonia in Lotaringia, nel territorio dell’odierna Germania, dopo avere insegnato la teologia in Francia, desideroso di condurre vita solitaria, fondò con pochi discepoli nella deserta valle di Chartroux un Ordine, in cui la solitudine eremitica si combinasse con una minima forma di vita comunitaria. Chiamato a Roma dal papa beato Urbano II, perché lo …More
P.Elia
2

La fede che libera…

03:05
La fede che libera… 6 Ottobre 2019 XXVII Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, in un mondo, questo nostro occidentale, post moderno e post cristiano, in cui a cominciare dagli anni ’…More
La fede che libera… 6 Ottobre 2019 XXVII Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, in un mondo, questo nostro occidentale, post moderno e post cristiano, in cui a cominciare dagli anni ’60, come ci ha spiegato magistralmente Benedetto XVI, a un progressivo collasso morale ha fatto seguito una progressiva eclissi di Dio per cui oggi non si parla più di Dio nemmeno, purtroppo, nella teologia. In un mondo che considera la fede cristiana divisiva per cui con ogni mezzo si cerca di sradicarla dalla vita, sia personale che sociale, per aderire con un “ingenuo ottimismo” al diktat del pensiero unico ritenuto capace di unire tutta l’umanità all’insegna del comandamento che recita: io posso essere e fare ciò che voglio… La richiesta fatta a Gesù dagli Apostoli, che ascoltiamo nel Vangelo di Domenica 6 Ottobre, : “Signore aumenta la nostra fede!”, potrebbe sembrare, a dir poco, anacronistica, fuori del tempo e coloro che si sforzassero di vivere secondo questa fede mettendo Dio, e …More
P.Elia
6

Poor and rich

01:28
Poor and rich September 29 2019 XXVI Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, in the passage from the Gospel of Luke that we will listen to on Sunday, September 29, Jesus warns every man …More
Poor and rich
September 29 2019 XXVI Sunday of Ordinary Time
Dear brothers and sisters, in the passage from the Gospel of Luke that we will listen to on Sunday, September 29, Jesus warns every man and woman of two risks, among many, they can run. The first is to allow oneself to be so absorbed by earthly life and by the pleasures that one can get from it to forget that we are all "migrants" in this life and traveling to the heavenly homeland ... The second is to "deceive" oneself believing that a lifestyle characterized by the egoistic searching for one's own well-being that makes incapable of seeing the sufferings of the brothers, and of compassion, has no repercussions in the afterlife ... Dear friends let us pray for ourselves and for all our brothers and sisters because with the help of God we succeed in avoiding these pitfalls, but let us also pray for the opulent and carefree Western world. May God gives to it the grace to "see" the suffering of the millions of Lazarus who, …More
P.Elia
4

Pobres y ricos

01:29
Pobres y ricos 29 Settembre 2019 XXVI Domenica del Tempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, en el pasaje del Evangelio de Lucas que escucharemos el domingo 29 de septiembre, Jesús advierte a …More
Pobres y ricos
29 Settembre 2019 XXVI Domenica del Tempo Ordinario
Queridos hermanos y hermanas, en el pasaje del Evangelio de Lucas que escucharemos el domingo 29 de septiembre, Jesús advierte a cada hombre de dos riesgos "mortales", entre muchos, que puede correr. El primero es dejarse absorber tanto por la vida terrenal y por los placeres que se pueden obtener de ella hasta olvidarse que todos somos "migrantes" en esta vida, peregrinos hacia la patria celestial ... El segundo es "engañarse" a uno mismo creyendo que un estilo de vida caracterizado por la búsqueda egoísta del propio bienestar que hace incapaz de ver los sufrimientos de los hermanos e incapaz de sentir compasión, no tiene repercusiones en la vida del más allá ... Queridos amigos, recemos por nosotros mismos y por todos nuestros hermanos y hermanas porque con la ayuda de Dios logramos evitar estos escollos, pero también recemos por el mundo occidental opulento y despreocupado para que reciba la gracia de Dios de ver …More
P.Elia
4

Poveri e ricchi

01:19
Poveri e ricchi 29 Settembre 2019, XXVI Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, nel brano del Vangelo di Luca che ascolteremo domenica 29 Settembre, Gesù mette in guardia ogni uomo da …More
Poveri e ricchi
29 Settembre 2019, XXVI Domenica del Tempo Ordinario
Cari fratelli e sorelle, nel brano del Vangelo di Luca che ascolteremo domenica 29 Settembre, Gesù mette in guardia ogni uomo da due pericoli, tra i tanti, che può correre. Il primo è quello di lasciarsi talmente assorbire dalla vita terrena e dai piaceri che essa può procurare da dimenticare che siamo tutti “migranti” in questa vita e in viaggio verso la patria celeste … Il secondo è quello di “illudersi” che uno stile di vita caratterizzato dalla chiusura in se stesso nella ricerca egoistica del proprio benessere che rende incapaci di vedere le sofferenze dei fratelli e incapaci di compassione non abbia nessuna ripercussione sulla vita dell’al di là… Cari amici preghiamo per noi e per tutti perché con l’aiuto di Dio riusciamo ad evitare queste insidie , ma preghiamo anche perché l’Occidente opulento e spensierato si renda conto della sofferenza dei milioni di Lazzaro che, afflitti dalle piaghe della povertà, …More
P.Elia
4

Papa Francesco e il “pianeta” carcere

01:38
Papa Francesco e il “pianeta” carcere 14 Settembre 2019 Udienza al Personale Carcerario Cari fratelli e sorelle, il 14 Settembre scorso Papa Francesco ha incontrato in un udienza speciale, il mondo …More
Papa Francesco e il “pianeta” carcere 14 Settembre 2019 Udienza al Personale Carcerario Cari fratelli e sorelle, il 14 Settembre scorso Papa Francesco ha incontrato in un udienza speciale, il mondo che gira intorno alle carceri; Cappellani, Polizia penitenziaria, personale dell’Amministrazione penitenziaria, Volontari e alcuni detenuti. A Tutti ha chiesto di essere “costruttori di futuro”, di non spegnere la speranza dei detenuti e di essere ponti tra la società civile e il carcere. In particolare agli agenti della polizia penitenziaria, il cui lavoro nascosto, spesso difficile poco appagante, ma essenziale, ha chiesto di essere non solo custodi della sicurezza , ma anche e soprattutto custodi della dignità inalienabile dei detenuti. Ai Cappellani ai religiosi, alle religiose e ai Volontari ha chiesto di continuare ad essere “segno” della misericordia di Dio, che persona tutti, perdona tutto e perdona sempre. Ha invitato, inoltre i detenuti a non chiudersi nella prigione di un cuore …More
P.Elia
5

The Last must be put in the first place!

01:15
The Last must be put in the first place! September 22 2019 XXV Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, Pope Francis has been repeatedly accused of making politics, of being a communist, …More
The Last must be put in the first place!
September 22 2019 XXV Sunday of Ordinary Time
Dear brothers and sisters, Pope Francis has been repeatedly accused of making politics, of being a communist, of speaking more about the poor and the environment than about Jesus Christ. Pope Francis answered these accusations by affirming that the preferential option for the last and for the poor has its foundation in the very heart of the Gospel! The liturgy of Sunday, September 22, could, and should, put an end to all these unjustified criticisms. In fact from the admonition addressed by God, through the prophet Amos, to the rich who deceive the poor: "Certainly I will never forget all the things they have done!”, (first reading) to the invitation made by Saint Paul to Timothy, to pray and to have Christians pray for Kings and for all in authority in order to have them seeking the common good of their peoples (second reading), to the categorical affirmation made by Jesus that one cannot serve …More
P.Elia
16

Primero los últimos!

01:14
Primero los últimos! 22 Settembre 2019 XXV Domenica del Tempo Ordinario Queridos hermanos y hermanas, el Papa Francisco ha sido acusado repetidamente de hacer política, de ser comunista, de hablar …More
Primero los últimos!
22 Settembre 2019 XXV Domenica del Tempo Ordinario
Queridos hermanos y hermanas, el Papa Francisco ha sido acusado repetidamente de hacer política, de ser comunista, de hablar más acerca de los pobres y del medio ambiente que acerca de Jesucristo. ¡El Papa Francisco respondió a estas acusaciones afirmando que la opción preferencial por los últimos y por los pobres tiene su fundamento en el corazón mismo del Evangelio! La liturgia del domingo 22 de septiembre podría y debería poner fin a todas estas críticas injustificadas. De hecho, desde la admonición dirigida por Dios, a través del profeta Amós, a los ricos que engañan a los pobres: "Ciertamente nunca olvidaré todas sus obras", (primera lectura) a la invitación hecha por San Pablo a Timoteo, a rezar y a invitar a los cristianos a orar por todos los que tienen el poder y mandan en el mundo para que busquen el bien común de sus pueblos (segunda lectura), a la afirmación categórica hecha por Jesús de que uno no …More
perceo3 likes this.
P.Elia
8

Prima gli Ultimi!

01:09
Prima gli Ultimi! 22 Settembre 2019 XXV Domenica del Tempo Ordinario Cari fratelli e sorelle, Papa Francesco è stato più volte accusato di fare politica, di essere comunista, di parlare più dei …More
Prima gli Ultimi!
22 Settembre 2019 XXV Domenica del Tempo Ordinario
Cari fratelli e sorelle, Papa Francesco è stato più volte accusato di fare politica, di essere comunista, di parlare più dei poveri e dell’ambiente che di Gesù Cristo. Il Santo Padre si è difeso affermando che l’opzione preferenziale per i poveri e per gli ultimi ha il suo fondamento nel cuore stesso del Vangelo! La liturgia di Domenica 22 Settembre, potrebbe, e dovrebbe, mettere la parola fine a tutte queste critiche ingiustificate. Infatti dall’ammonimento rivolto da Dio, per mezzo del profeta Amos, ai ricchi che ingannano i poveri: “Certo non mi dimenticherò mai tutte le loro opere”, ( prima lettura) all’invito fatto da San Paolo a Timoteo, di pregare e far pregare i cristiani per tutti coloro che stanno al potere perché cerchino il bene comune dei loro popoli ( seconda lettura), fino alla categorica affermazione fatta da Gesù che non si può servire Dio e Mammona ( Vangelo di Luca), risulta chiaro che servire …More
P.Elia
2

Visitare i carcerati

03:01
Visitare i carcerati Inizio Anno Pastorale 2019-2020 dell’Arcidiocesi di Napoli Cari fratelli e sorelle, il 13 settembre ho avuto la grazia di partecipare alla solenne celebrazione della Santa Messa …More
Visitare i carcerati Inizio Anno Pastorale 2019-2020 dell’Arcidiocesi di Napoli Cari fratelli e sorelle, il 13 settembre ho avuto la grazia di partecipare alla solenne celebrazione della Santa Messa celebrata nel Duomo di Napoli, e presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, in occasione dell’inizio dell’anno pastorale dell’Arcidiocesi di Napoli, che ha visto riunite tutte le compagini della Chiesa Napoletana. La missione dell’Arcidiocesi in questo anno pastorale 2019-2020 è approfondire, e soprattutto, praticare la sesta opera di misericordia corporale: visitare il carcerati. Il cardinale ha consegnato a tutti la sua bellissima lettera pastorale nella quale indica l’essenza dell’ opera di misericordia e da delle indicazioni concrete su come viverla e aiutare così in nostri fratelli e sorelle detenuti. Inoltre, il 14 Settembre celebriamo la Festa dell’Esaltazione della Santa Croce che ci ricorda il “Prezzo”, per così dire, che Gesù ha dovuto pagare per liberarci dalla nostra “vuota …More
P.Elia
2

The great Beauty

02:13
The great Beauty September 15 2019 XXIV Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, Saint Augustine in a famous passage of his Confessions helps us to better understand the parable of the …More
The great Beauty September 15 2019 XXIV Sunday of Ordinary Time Dear brothers and sisters, Saint Augustine in a famous passage of his Confessions helps us to better understand the parable of the prodigal son that we will listen to on Sunday, September 15. The holy Bishop and Doctor of the Church expresses himself in this way: “Late have I loved you, beauty so old and so new: late have I loved you. And see, you were within and I was in the external world and sought you there, and in my unlovely state I plunged into those lovely created things which you made. You were with me, and I was not with you. The lovely things kept me far from you, though if they did not have their existence in you, they had no existence at all. You called and cried out loud and shattered my deafness. You were radiant and resplendent, you put to flight my blindness. You were fragrant, and I drew in my breath and now pant after you. I tasted you, and I feel but hunger and thirst for you. You touched me, and I am …More