Clicks1.1K
it.news
6

Tribunale sconfigge il presidente: religione "non essenziale"

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha firmato il 26 marzo un decreto che aggiungeva il culto divino all'elenco dei "servizi essenziali".

Significava che le chiese e gli edifici religiosi potevano rimanere aperti, anche se i cittadini dovevano stare a casa per il panico del coronavirus.

Tuttavia, il giorno dopo il decreto è stato abrogato da un tribunale federale.

Foto: © so Carneiro, CC BY-NC-SA, #newsJdidnfijmw

Veritasanteomnia
Chissà come immaginavamo che sarebbe arrivata l'Apocalisse...
N.S.dellaGuardia
Proprio così, a partire dal rumore di sassolini che sbloccano la frana. Porte chiuse, divieti, sanzioni, anatemi giorno per giorno, scalino dopo scalino scendendo verso l'abisso. Guardando il panorama, però...
Christoforus78
No siamo di fronte ad un virus vero? Il potere anti cristico è il vero virus!
Diodoro
"HANNO" deciso che questa occasione è quella della Spallata Finale per cacciare Cristo dal mondo. Ovviamente insieme al Biancovestito che lo caccia da Roma
Diodoro
Come disse Sgarbi molto tempo fa, molti imputati sono venerati come Santi. Nessun giudice
Giangian
Tempi sempre più cupi! la magistratura sinistrorsa colpisce ancora!