Clicks2K
Francesco I
5

Il diavolo in chiesa !

Digitando su un qualsiasi "motore di ricerca" Pfarrkirche Heilig Kreuz altar si possono vedere tanti, troppi raccapriccinanti esempi di "presbiteri" e di "altari" in località diverse della Germania.

La distruzione dei presbiteri e la ridicolizzazione dei nuovi spazi celebrativi (altari compresi) fanno parte del tristissimo primato tedesco di sfascio liturgico, devozionale e culturale conseguente al Concilio Vaticano II.

L'arte e la cultura cattolica tedesca, che ha prodotto immensi capolavori di arte e di architettura sacra, nel corso della storia "moderna" ha subito la diabolica e feroce iconoclastia protestante , le devastazioni prima e dopo la caduta del Terzo Reich ed infine la radicalizzazione ridicolmente interpretativa del Concilio Vaticano II.

Nel giro di pochi anni è stata scientemente distrutta ogni forma di cultura e di devozione cattolica in quasi tutto il suolo tedesco.

Umanamente tutto questo "orrore liturgico/devozionale/culturale" non è sanabile così come non si riesce ad arginare la crescente fuga di fedeli cattolici da una chiesa dittatorialmente iper-progressista che rasenta spesso il ridicolo e il blasfemo.

Oggi l'attenzione è concentrata sul presbiterio rinnovato della Chiesa Parrocchiale della Santa Croce di Zweibrücken (in Renania-Palatinato): vi sembra un altare cattolico questo?

Con un capro? ...


È vero che tentano di giustificarlo dicendo che si tratta dell'Agnello dell'Apocalisse ... ma ... l'immagine è fin troppo eloquente ...
Nel sito della Parrocchia ( link sotto) apprendiamo che Altare e l'Ambone sono stati l'ultimo lavoro del domenicano P. Burghildis Roth di Landstuhl (1932-1987) che ne ha disegnato e creato i modelli.
La fusione è avvenuta nella fonderia di metalli Becker a Pirmasens.
L'altare è di forma quadrata ed ha quattro superfici nelle quali sono raffigurati alcune tematiche tratte dal libro dell'Apocalisse di San Giovanni Apostolo.
Sul lato nord vediamo le persone in grande tribolazione con il volto e mani allineati con Gesù che è rappresentato da un "occhio coronato" (durch einen gekrönten Auge dargestellt).
Davanti l'altare (v.foto) Cristo è simboleggiato dall'Agnello che troneggia sopra le diciassette zone che simboleggiano gli altrettanti quartieri della parrocchia dopo la sua ristrutturazione.
Il lato sud mostra un torchio con dell'uva pensata come segno del giudizio di tutti i popoli.
Il lato ovest infine l'adorazione del santo dei santi all'apertura del settimo sigillo sotto un fulmine.
Il motivo dell'ambone (v.foto) è di più facile lettura ( ma non meno inquietante. N.d.R).
Gli animali in catene sono riconducibili all'Apocalisse e simboleggiano la furia bellica che distrusse anche la vecchia chiesa di Santa Croce (la grande nuvola di fuoco simboleggia la distruzione!).
Dalla devastazione tuttavia rinascono i segni della vita: le rose fiorite e, soprattutto il libro aperto dell'Apocalisse di Giovanni. ("Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati")

La storia della chiesa parrocchiale della Santa Croce

La prima chiesa della Santa Croce del 1879 fu una costruzione neogotica a forma di croce con un campanile.

Ma nella notte di bombardamento del 14 marzo 1945, fu distrutta tranne che per le mura esterne.

La ricostruzione negli anni 1949/50 ebbe luogo secondo i piani dell'architetto di Würzburg Prof. Albert Boßlet sulle vecchie fondamenta.

La costruzione della Gutenbergstraße fu ampliata di 16 metri. Il 17 settembre 1950 fu inaugurata la nuova chiesa di Santa Croce.

Nel 1959 fu aggiunto il campanile con un ottimo concerto di campane ( QUI )

Gli anni che vanno dal 1987 al 1988 videro una profonda trasformazione dell'interno secondo le linee guida del Concilio Vaticano II (sic!).

Gli altari laterali, la balaustra della comunione e il pulpito furono rimossi.

Il presbiterio fu esteso alla comunità e vi fu collocato nel mezzo il nuovo altare.

L'ambulacro della chiesa prebellica fu aperto e incluso nella chiesa.

La chiesa ha avuto anche delle nuove vetrate e finalmente nel 1995 è stato collocato un nuovo organo opus della storica Ditta austriaca Rieger , famosa in tutto il mondo, con 3 manuali, 3003 canne, 44 registri reali e 33 canne di facciata in armonia con il colore delle vetrate.

La storia della parrocchia e le foto sono state prese dal sito della Parrocchia della Santa Croce QUI

blog.messainlatino.it/…/un-altare-catto…

VEDI ANCHE:

The Devil in the Church [VIDEO]
Spada
Purtroppo i tempi sono ancora acerbi, avremo modo di vederne ancora delle belle! (O per meglio dire delle brutte, bruttisssssssime!)
DolceMente and 2 more users like this.
DolceMente likes this.
luca78 likes this.
Francesco I likes this.
luca78
@Mi cha el eppure ci sono diverse profezie che parlano dell'abominio della desolazione che anticiperà i famosi 3 gg di tenebra. Tutto questo avverrà quando sarà cambiata la formula della Consacrazione che toglierà la reale presenza di Gesù nel pane e nel vino. E stando alle ultime notizie la congregazione ecumenica di San Gallo guidata da Kasper sta spingendo in maniera insistente in quella …More
@Mi cha el eppure ci sono diverse profezie che parlano dell'abominio della desolazione che anticiperà i famosi 3 gg di tenebra. Tutto questo avverrà quando sarà cambiata la formula della Consacrazione che toglierà la reale presenza di Gesù nel pane e nel vino. E stando alle ultime notizie la congregazione ecumenica di San Gallo guidata da Kasper sta spingendo in maniera insistente in quella direzione con il benestare di Bergoglio. Il motivo? Reintegrare i luterani.
fidelis eternis and 3 more users like this.
fidelis eternis likes this.
alda luisa corsini likes this.
Stefano1955 likes this.
Giuseppe Di Tullio likes this.
Mi cha el
Secondo...mi pare Cornacchiola...in QUESTO tempo.le tenebre distruggeranno o sovvertiranno tutto ma il Santissimo cioè l'Eucaristia..resterá comunque intatto!..e si riparterá da lì per rifondare la Chiesa. che Dio abbrevi questo tempo di Apostasia e Tribolazioni.
Mi cha el
Spada likes this.
Francesco I
Non c'è nulla da stupirsi: Bergoglio confonde spesso Nostro Signore con il diavolo e la sua tristemente famosa frase "Gesù si è fatto diavolo" è stata mutuata dal suo maestro Martin Lutero:
" Gott konnte nicht Gott sein, wäre er nicht zurück zum Teufel geworden".
Vedi:
Il sito del Vaticano si trova costretto a censurare le incredibili "sparate" di Bergoglio
Vedi anche:
Bergoglio: "Gesù si è fatto…More
Non c'è nulla da stupirsi: Bergoglio confonde spesso Nostro Signore con il diavolo e la sua tristemente famosa frase "Gesù si è fatto diavolo" è stata mutuata dal suo maestro Martin Lutero:
" Gott konnte nicht Gott sein, wäre er nicht zurück zum Teufel geworden".
Vedi:
Il sito del Vaticano si trova costretto a censurare le incredibili "sparate" di Bergoglio
Vedi anche:
Bergoglio: "Gesù si è fatto diavolo" e nessuno dice nulla !
Stefano1955 and 3 more users like this.
Stefano1955 likes this.
Spada likes this.
Giuseppe Di Tullio likes this.
luca78 likes this.