Clicks9.1K
signummagnum
28

Senza conversione la “dittatura pandemica” non finirà (La Scure di Elia)

(...)

La saga della pandemia ha impresso una decisa accelerazione allo svelamento della loro vera identità: sotto le mentite spoglie di promotori dei “diritti”, sono agenti dell’oligarchia finanziaria incaricati di sottomettere il popolo alla tirannia globale.

Tutto ciò Dio lo ha disposto (servendosi dell’esercizio umano del libero arbitrio, pur lasciandolo intatto) come castigo per le nostre gravi e ripetute infedeltà. «Guardate dunque ciò che ha fatto con noi e rendetegli gloria con timore e tremore» (Tb 13, 7). Il vecchio Tobia si rivolge ai suoi connazionali deportati in Assiria esortandoli a riconoscere nella disfatta la mano della giustizia divina e, coerentemente, a convertirsi dalla loro condotta malvagia: il Signore «ha manifestato la sua maestà verso una nazione peccatrice; convertitevi perciò, peccatori, e praticate la giustizia al suo cospetto, credendo che userà con voi la sua misericordia» (Tb 13, 8-9). Se gli uomini Gli avessero sempre obbedito, non si troverebbero nella situazione attuale: Si populus meus audisset me, Israel si in viis meis ambulasset, pro nihilo forsitan inimicos eorum humiliassem, et super tribulantes eos misissem manum meam (Se il mio popolo mi avesse ascoltato, se Israele avesse camminato nelle mie vie, per un nulla avrei umiliato i suoi nemici e portato la mia mano sopra quanti li affliggono; Sal 80, 14-15). Per ottenere il soccorso del Cielo ed esser liberati dalla tirannia, dobbiamo dunque riaprire l’orecchio alla parola divina.

Non dimentichiamo che i castighi, quantunque ci appaiano severi, sono ben inferiori a quelli che meritiamo: Non secundum peccata nostra fecit nobis, neque secundum iniquitates nostras retribuit nobis (Non ci ha trattato secondo i nostri peccati, né ci ha retribuito nella misura delle nostre iniquità; Sal 102, 10). Se così avesse fatto, saremmo già da tempo morti e dannati all’Inferno, mentre la nostra Nazione sarebbe stata cancellata da guerre e cataclismi. Se allora si prospetta una sua decimazione causata dai cosiddetti vaccini, anche questa punizione è limitata ed è disposta da Dio in vista di un bene maggiore: in questo caso, la conversione mediante un sincero rinnegamento del peccato in ogni sua forma e un tempestivo ritorno alla vita di grazia che consenta di evitare l’eterna condanna, sciagura certamente non paragonabile neppure alla più terribile malattia. Un primo beneficio dell’odierna prova è che stanno ricominciando a pregare tante persone che non lo facevano più da decenni o non lo avevano mai fatto: Et clamaverunt ad Dominum cum tribularentur, et de necessitatibus eorum eripuit eos (Essendo tribolati gridarono al Signore ed egli li strappò alle loro angustie; Sal 106, 6).

È evidente che l’esaudimento ha una condizione ben precisa: che cambiamo radicalmente strada come individui e come società. Finché il nostro popolo rimarrà colpevolmente prigioniero del materialismo edonistico e illuso dai miraggi dell’anarchia pratica, senza ripudiare in modo completo e definitivo gli abomini con cui calpesta la dignità della vita, della famiglia e della sessualità, non potrà legittimamente sperare in un intervento dall’alto. Le proteste sono giustificate e doverose, ma non avranno successo se non quando si farà pubblicamente penitenza di tutte le forme di oltraggio al Creatore e alla persona umana, che è Sua immagine. Dobbiamo senz’altro rendere grazie per l’affossamento di una legge iniqua che mirava a legalizzare surrettiziamente la pedofilia, ma questo è solo il primo passo del cammino verso la restaurazione dell’ordine stabilito da Dio e della regalità di Gesù Cristo. Pur nella giusta esultanza per il successo ottenuto grazie a tante preghiere e digiuni, non dobbiamo abbassare la guardia, ma intensificare la lotta sia sul piano spirituale che su quello politico, senza lasciarci distrarre da falsi allarmi né irretire da promesse fallaci.

Gli oligarchi stanno già preparando una nuova emergenza artificiale, quella della febbre emorragica di Marburg, che servirà a coprire i devastanti effetti dei “vaccini” e fungerà al contempo da pretesto per imporne di nuovi (già pronti da tempo, come quelli contro il Covid), che conterranno – pare – un veleno letale, la ricina, una tossina naturale capace di provocare la morte in debolissima quantità, non rilevabile dall’autopsia e molto usata, per questo, dagli agenti segreti. C’è da sperare che la gente non abbocchi un’altra volta a una frode di proporzioni mondiali, svegliandosi dall’incantesimo dei pifferai del regime. A tal fine è indispensabile spengere il televisore e disdire l’abbonamento, visto il fiume di menzogne e immoralità che da lì si riversa nelle case e nelle menti. Grazie a Dio, oggi disponiamo di altre fonti di informazione, sebbene richiedano un attento discernimento. Come criterio generale, seppur non esaustivo, evitate chi non fa altro che accrescere l’inquietudine con un catastrofismo senza speranza, chi diffonde notizie poco credibili senza fornire alcuna pezza d’appoggio e chi recita la parte del contestatore inducendovi di fatto all’acquiescenza.

La priorità assoluta, in ogni caso, rimane la preghiera. «Non avrebbero avuto l’ardire di contrapporsi alle autorità di questo mondo, se l’energia dello Spirito Santo non li avesse fortificati» (san Gregorio Magno, Homiliae in Evangelia, 30, 7; PL 76, 1225): ciò che il grande Pontefice afferma degli Apostoli si applica perfettamente a quanti oggi, tra Pastori e fedeli, osano sfidare il potere iniquo che opprime l’umanità, purché abbiano una fede genuina e vi conformino la propria condotta. Troppi militanti, lasciandosi andare al turpiloquio, dimostrano di non avere un cuore puro e, di conseguenza, di non esser guidati dall’alto. Maledire i malvagi, poi, è lecito soltanto se non se ne desidera la rovina per se stessa, ma unicamente come mezzo per il conseguimento di un bene, come la loro correzione o la liberazione degli oppressi; altrimenti è peccato grave. Chi non prega bene e abbastanza è facilmente trascinato dal demonio su false strade e in comportamenti moralmente riprovevoli che costituiscono una sua ulteriore vittoria, anziché una sua sconfitta.

Vide si via iniquitatis in me est; et deduc me in via aeterna (Vedi se c’è in me un comportamento iniquo e guidami sulla via eterna; Sal 138, 24)

* * *

ARTICOLO INTEGRALE:

lascuredielia.blogspot.com/2021/10/apritelocchio-e-lorecchio-del-cuore.html
Caterina Greco
Esatto non finirà, anche perché non è che Dio si diverte a fare profezie a caso e in questo frangente parlo delle delle sacre scritture. Tutto quanto scritto deve accadere. A noi fedeli è concesso di poter mitigare gli effetti, mediante la preghiera.
Noi cristiani Cattolici Apostolici che seguiamo Benedetto XVI, abbiamo altri grossi problemi da risolvere.
Chi è come Dio Nessuno è come Dio Crux
Rosario intero ogni giorno. Tutte le corone.
Don Andrea Mancinella
A Dio gli uomini torneranno, per forza di cose, ma non senza che Egli abbia usato la Sua mano forte con loro.
Dopo il diluvio universale di fuoco, che la Madonna ha predetto ad Akita, alla suora veggente, in Giappone pochi decenni fa, gli uomini torneranno a Dio. Solo i sopravvissuti, ovviamente.
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci e date a tutti Fede Cattolica e pentimento sincero!
don …More
A Dio gli uomini torneranno, per forza di cose, ma non senza che Egli abbia usato la Sua mano forte con loro.
Dopo il diluvio universale di fuoco, che la Madonna ha predetto ad Akita, alla suora veggente, in Giappone pochi decenni fa, gli uomini torneranno a Dio. Solo i sopravvissuti, ovviamente.
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci e date a tutti Fede Cattolica e pentimento sincero!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
Memorare
Si ostinano ancora a ribadire la Comunione in mano, loro però !
caterina Giuliana turina
purtroppo tutto vero..ci si sente soli come lontani anche di chi amiamo..non riesco a instaurare anche dei discorsi,,futili e penso come facevo a partecipare a certe converzazione ..di protagonisti del video che neppure conosco..ma devo dire che nemmeno prima li amavo molto..io vorrei dire fermatevi un attimo...e pensate a Gesu' la sua passione il dolore di Maria che era unita al figlio in unico …More
purtroppo tutto vero..ci si sente soli come lontani anche di chi amiamo..non riesco a instaurare anche dei discorsi,,futili e penso come facevo a partecipare a certe converzazione ..di protagonisti del video che neppure conosco..ma devo dire che nemmeno prima li amavo molto..io vorrei dire fermatevi un attimo...e pensate a Gesu' la sua passione il dolore di Maria che era unita al figlio in unico dolore...ma come faccio non credono....e allora il maggior tempo MI ritiro in camera in preghiera e sperare che sotto tutta quella cenere ci sia tizzone che si infiammi..che capiscano anche sola la situazione catastrofica della liberta' della giustizia e' dovuta all'assenza di DIO IN TANTISSIMI CUORI
Diodoro
Non c'è la minima speranza di un ritorno generale a Dio . Dire "O così, o faranno di noi e della Chiesa ciò che vorranno" significa dire "Faranno di noi ciò che vorranno".
E i primi a essere lontanissimi, sempre più lontani, da Dio sono moltissimi del Clero. Comunione solo in mano, "vaccino" predicato e imposto, religione umanitaria, Biden benedetto e Trump, Orban, Bolsonaro maledetti
Paola Rosalia Nardo
Gesù disse: " Il mio regno non è di questo mondo". Padre Pio ci esorta ad occuparci su questo piano terreno, solo delle cose che servono a conseguire i beni eterni. Finché pensiamo di essere a casa qui, di godere del benessere fittizio che il signore di questo mondo offre a caro prezzo, non usciremo mai dalla trappola. L'unica via di Salvezza è accettare la morte, e la morte di croce (ciascuno …More
Gesù disse: " Il mio regno non è di questo mondo". Padre Pio ci esorta ad occuparci su questo piano terreno, solo delle cose che servono a conseguire i beni eterni. Finché pensiamo di essere a casa qui, di godere del benessere fittizio che il signore di questo mondo offre a caro prezzo, non usciremo mai dalla trappola. L'unica via di Salvezza è accettare la morte, e la morte di croce (ciascuno ha la propria). Grazie Gesù, grazie Maria 🙏
Diodoro
Certamente. Proprio per questo è importante tenere presente che la conversione (sempre parziale, ma comunque decisiva per vivere orientati a Dio, e non al Nemico di Dio) è un qualcosa della singola persona. Pensare "O tutti si pentono o tutto è perduto" significa "Tutto è perduto"
Rita De Maria shares this
37
Giorgio Nicola Spaggiari shares this
21
Don Andrea Mancinella
A Dio gli uomini torneranno, per forza di cose, ma non senza che Egli abbia usato la Sua mano forte con loro.
Dopo il diluvio universale di fuoco, che la Madonna ha predetto ad Akita, alla suora veggente, in Giappone pochi decenni fa, gli uomini torneranno a Dio. Solo i sopravvissuti, ovviamente.
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci e date a tutti Fede Cattolica e pentimento sincero!
don …More
A Dio gli uomini torneranno, per forza di cose, ma non senza che Egli abbia usato la Sua mano forte con loro.
Dopo il diluvio universale di fuoco, che la Madonna ha predetto ad Akita, alla suora veggente, in Giappone pochi decenni fa, gli uomini torneranno a Dio. Solo i sopravvissuti, ovviamente.
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci e date a tutti Fede Cattolica e pentimento sincero!
don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano
Stefania Stefy Stefanini
A me sembra che la gente non ha nessuna voglia di spegnere la tv o addirittura disdire l'abbonamento, almeno per quello che sento e sono sempre più attaccati allo schermo. Ancora dicono l'ha detto la tv. Per quello che riguarda la preghiera, ripeto per ciò che vedo intorno a me, non c'è tutto questo ritorno. Vado a messa quasi tutti i giorni ma le chiese sono sempre più vuote. Magari non è così …More
A me sembra che la gente non ha nessuna voglia di spegnere la tv o addirittura disdire l'abbonamento, almeno per quello che sento e sono sempre più attaccati allo schermo. Ancora dicono l'ha detto la tv. Per quello che riguarda la preghiera, ripeto per ciò che vedo intorno a me, non c'è tutto questo ritorno. Vado a messa quasi tutti i giorni ma le chiese sono sempre più vuote. Magari non è così dappertutto. A suo tempo ho detto a dex e a manca non vaccinatevi non mi ha ascoltato nessuno: tutti vaccinati