it.news
152.2K

Schneider: risultati del «Sinodo sulla sinodalità» preconfezionati

Il vescovo Athanasius Schneider ipotizza che i risultati del «Sinodo sulla sinodalità» siano già pronti; lo ha detto in una intervista con @cjm-media e Gloria.tv (17 novembre).

Già durante il «Sinodo per le famiglie» del 2014/5, vari vescovi gli avevano riferito che le loro obiezioni non venivano prese in considerazione e che la «Amoris laetitia», frutto del Sinodo, sembrava concepita già prima.

Schneider si aspetta che il Sinodo attuale contrapponga dichiarazioni ambigue/sbagliate a dichiarazioni corrette per "rassicurare i conservatori".

È così che è andato avanti il Vaticano II, come anche la «Amoris laetitia», ma con il Sinodo attuale è forse "anche peggio". Per Schneider, la sinodalità è un "trucco" per "celare" e "diluire ulteriormente la Fede della Chiesa".

È una scelta sbagliata e Protestante mettere "in discussione" verità di Fede rivelate su sessualità, omosessualità e ordinazione delle donne, dice Schneider; corrisponderebbe a un parlamento politico, non alla Verità della Fede.

Schneider ha appreso da vari Paesi che i voti in favore della Messa romana sono stati ricevuti dal Sinodo, ma esclusi dai documenti.

Schneider non spera in un esito positivo, perché Francesco ha riempito la leadership del Sinodo solo di persone che pretendono una riabilitazione dell'omosessualità; cita i nomi dei cardinali Hollerich e Grech, e della suora francese Nathalie Becquart.

"Quando queste persone sono al timone del Sinodo, non serve un'intelligenza spiccata per vedere che i risultati sono già decisi fin dall'inizio," osserva sobriamente Schneider.

Secondo lui, chi insulta i Cattolici come "ideologi" [Francesco] abusa del termine, perché i veri ideologi sono i leader del Sinodo, che mettono le loro opinioni contro la Parola di Dio e le applicano in maniera "spietata" contro i Cattolici.

La Chiesa ha cominciato negli anni Settanta ad adattarsi al mondo, "a vedere tutto naturisticamente, senza la prospettiva soprannaturale della Fede". Da allora, questo adattamento è diventato radicale. Vogliono trasformare la Chiesa in una associazione umana, in una ONG, in un partito [di sinistra] che ignora la Fede e si adegua alle mode del tempo, spiega Schneider.

Schneider considera il Sinodo una conseguenza logica dello stile parlamentare introdotto nella Chiesa. Un eccesso di commissioni, di gruppi di discussione e di incontri, indirettamente proporzionale alla Fede.

In parallelo con l'inondazione di documenti, negli ultimi decenni sono state messe volpi a guardia dei polli. Già Giovanni Paolo II e purtroppo anche Benedetto XVI hanno "promosso prelati chiaramente liberali e senza Fede, nominandoli vescovi e cardinali", sottolinea Schneider.

"A cosa servono un bel documento e un Sinodo, se quei vescovi e quei cardinali continuano a corrodere la Fede nelle rispettive sfere di influenza?"

#newsEpsowypyxs




24:45
Padre Benedetto Pagnotto shares this
250
Schneider vede una cospirazione, dal minuto 16.50: "È come se le influenti conferenze episcopali dell'Occidente si fossero messe d'accordo - per l'ammorbidimento della morale sessuale, l'accettazione dell'omosessualità, l'ordinazione delle donne".
il vandea
Cattolici sveglia !! Per salvare la nostra Fede, bisogna abbandonare al piu' presto la falsa chiesa masso-eretico-bergo-conciliare. Scisma subito !!
Fulmine
Ma da quando in qua si abbandona qualcosa che ci appartiene! Ci si dia da fare per scacciare gli usurpatori. Sono loro che devono andarsene.
duxcunctator
L'"io-Satana di Astana": un lupo immensamente meglio vestito d'agnello, rispetto al mal-vestito BERGOGLIO: che non solo è travestito da Papa ma è stato in precedenza travestito da Vescovo e da Sacerdote
La Verità vi farà liberi
Grande Schneider!
Giosuè
È lo stile dei Padri eretici sinodali ai cui albori il sinodo della Famiglia è stato il precursore, con i suoi risultati pre-confezionati e per i quali vengono chiamati i delegati obbedienti le nuove eresie, dopo una fittizia discussione, a pronunciarsi in merito. D'altra parte anche al sinodo per l'Amazzonia sono stati invitati solo vescovi e cardinali obbedienti al Nuovo Ordine Religioso Mondiale.