it.news
41.8K

Dittatura sinodale: Francesco destituisce monsignore

• Francesco ha annullato l'incarico di Monsignor Matteo Visioli, sottosegretario della «Congregazione per la dottrina della Fede» (CdF) relegandolo …
N.S.dellaGuardia
Si rallegri! È scampato alle grinfie pelose ed ungulate dell'antipapa, ha ottenuto il suo disprezzo che equivale ad un premio, può dedicarsi a fare il sacerdote curando anime in una parrocchia lontano dal potere, dal puzzo mortale di santamarta.
Cosa vuole di più?? Si rallegri e gioisce e ringrazi Dio!
Giorgio Tonini
Eh…le buone amicizie sono una grande risorsa…aiutano sempre. Questo don sembra averne beneficiato (anche se alla comunicazione della sua destituzione ci sarà rimasto piuttosto male, di m…).
la verdad prevalece
Una "Congregazione per la dottrina della fede" che permette a un eretico manifesto come Bergoglio che non professa la fede cattolica ma ha un'agenda massonica, liberale e anticattolica che sfida la legge naturale divina, di farla franca, è una falsa congregazione che ha solo un nome cattolico ma non esercita nella Chiesa la funzione di salvaguardare la sana dottrina cattolica, non ha la funzione …More
Una "Congregazione per la dottrina della fede" che permette a un eretico manifesto come Bergoglio che non professa la fede cattolica ma ha un'agenda massonica, liberale e anticattolica che sfida la legge naturale divina, di farla franca, è una falsa congregazione che ha solo un nome cattolico ma non esercita nella Chiesa la funzione di salvaguardare la sana dottrina cattolica, non ha la funzione di "promuovere e proteggere la sana dottrina sulla fede e sui costumi (morali)". Quindi la conclusione logica è che Bergoglio si avvale dei complici da lui affidati alla congregazione falsificata della dottrina della fede per continuare il suo pontificato fraudolento.
mala tempora currunt
Eh... Eh... L'aveva detto Mons. Josip Juraj Strossmayer - Wikipedia (Osijek, 4 febbraio 1815 – Đakovo, 8 aprile 1905) al "concilio" Vaticano Primo nel 1871... Adesso chi ha voluto la bicicletta, che pedali! E in silenzio!