signummagnum
signummagnum
1238

L'ACCIDIA, il vizio che merita di essere vomitati da Dio!

“Conosco le tue opere, so che tu sei né freddo né caldo. Oh, fossi tu almeno o freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, né freddo né caldo, io sto per vomitarti dalla mia bocca. Tu vai dicendo: Io sono …More
“Conosco le tue opere, so che tu sei né freddo né caldo. Oh, fossi tu almeno o freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, né freddo né caldo, io sto per vomitarti dalla mia bocca. Tu vai dicendo: Io sono ricco e dovizioso e non ho bisogno di nulla; e non sai che sei meschino e miserabile e povero e cieco e nudo!” (Ap 3, 15-17)
Si è di solito portati a credere che soltanto le passioni violente prevalgano sulle altre, ma l’esperienza dimostra che anche l’accidia, a prima vista meno pericolosa, arriva a predominare con la sua lenta ma inesorabile azione. È segnata per ultima nel tradizionale elenco dei vizi capitali, non perché sia trascurabile, ma quasi per ricordare a modo di denominatore comune che è essa a prestare il terreno favorevole all’incubazione e allo sviluppo degli altri vizi.
L’ACCIDIA È IL TRASCURARE CONSAPEVOLMENTE I DOVERI RELIGIOSI per evitare lo sforzo che la loro osservanza richiede.

Quindi non è l’aridità di spirito, che è semplicemente una certa mancanza di fervore …More
veritas iustitia veritas iustitia
Credo che oltre all'impurita' sia il vizio più diffuso. La sua origine ritengo sia la non volontà ad approfondire la propria fede e quindi l'ignoranza …More
Credo che oltre all'impurita' sia il vizio più diffuso. La sua origine ritengo sia la non volontà ad approfondire la propria fede e quindi l'ignoranza religiosa.
Se uno volesse approfondire il suo rapporto con Dio, il suo percorso sarebbe pieno di ostacoli. Le tentazioni e le cadute sarebbero rovinose, ma ci si rialzerebbe molte volte e continuando a combattere le cattive inclinazioni, nel tempo con le grazie di Dio, la continua preghiera e mortificazioni, si arriverebbe a un livello tale, che ogni minimo pensiero che disturbasse la propria vita interiore, diverrebbe fastidioso e inopportuno, rovinoso per l'equilibrio interiore con Dio, perciò se ne avverte presto il principio dell'amarezza e si corre con il Cuore verso il buon Dio e la Mamma celeste. Sono grazie speciali che alla fine il buon Dio dà a chi persevera nella lotta.
signummagnum
688

Grandi INSEGNAMENTI di Sant'Antonio di Padova (prima e seconda parte)

"PERLE SPIRITUALI" DAGLI SCRITTI DI SANT'ANTONIO DI PADOVA PRIMA PARTE (5 giugno 2024) «La bocca del Signore è nell'orecchio del cuore, nel silenzio di chi è tranquillo: a lui rivela il segreto della …More
"PERLE SPIRITUALI" DAGLI SCRITTI DI SANT'ANTONIO DI PADOVA
PRIMA PARTE (5 giugno 2024)

«La bocca del Signore è nell'orecchio del cuore, nel silenzio di chi è tranquillo: a lui rivela il segreto della sua volontà. Sia tranquillo il tuo cuore e sarà riempito della conoscenza della volontà divina».
«La predica è efficace quando parlano le opere. Vi scongiuro: cessino le parole e parlino le opere. Purtroppo siamo ricchi di parole e vuoti di opere e così siamo maledetti dal Signore, perché Egli maledisse il fico in cui non trovò frutti ma solo foglie».
«Il grande pericolo del cristiano è PREDICARE E NON PRATICARE, credere ma non vivere in accordo con ciò che si crede».
«La natura ha posto davanti alla lingua due porte, cioè i denti e le labbra, per indicare che la parola non deve uscire dalla bocca se non con grande cautela. Ma la lingua, male ribelle, piena di veleno mortale, fuoco che incendia la foresta delle virtù, sfonda la prima e la seconda porta, esce in piazza come una meretrice, …More

Un crimine infinitamente SPAVENTOSO – Omelia del Curato d’Ars sulla Comunione indegna

[Versione breve (estratti)] Ahimè! ECCO UN CRIMINE INFINITAMENTE SPAVENTOSO, E CIOÈ RICEVERE INDEGNAMENTE IL CORPO ADORABILE E IL SANGUE PREZIOSO DI GESÙ CRISTO, profanarlo, insozzarlo, avvilirlo; un …More
[Versione breve (estratti)]
Ahimè! ECCO UN CRIMINE INFINITAMENTE SPAVENTOSO, E CIOÈ RICEVERE INDEGNAMENTE IL CORPO ADORABILE E IL SANGUE PREZIOSO DI GESÙ CRISTO, profanarlo, insozzarlo, avvilirlo; un tale crimine è mai possibile?... Ah! o almeno, è mai possibile per dei cristiani? (…).
Sì, ci sono dei mostri d’ingratitudine, che spingono il loro furore fino a un tale eccesso! Sì, fratelli miei, se il buon Dio, in questo momento, ci mostrasse le comunioni di tutti quelli che sono qui presenti, ah! che scoperta! ahimè! quanti apparirebbero con la loro sentenza di dannazione scritta nella loro coscienza criminale, con il Sangue di un Dio fatto uomo! (…).
Ahimè! bisognerebbe che per coloro che gli si accostano con queste cattive disposizioni, Gesù Cristo non ci fosse nel sacramento; ma no, Egli c’è sia per coloro che osano presentarsi col peccato nel cuore, che per coloro che si accostano in stato di grazia (…).
Colui che ha la grande disgrazia di comunicarsi indegnamente, il suo crimine …
More
silvioabcd
Diciamoci la verità: il Sacramento della Confessione non viene considerato come si dovrebbe, sia da noi fedeli che talvolta dai sacerdoti che assolvono …More
Diciamoci la verità: il Sacramento della Confessione non viene considerato come si dovrebbe, sia da noi fedeli che talvolta dai sacerdoti che assolvono troppo facilmente quei peccati che richiederebbero un pentimento più autentico, e una vera conversione. Da parte nostra, ci sentiamo condizionati dal fatto che il sacerdote ci conosce personalmente, e dalla scarsa abitudine a fare un buon esame di coscienza prima di confessarci.
Mario Sedevacantista Colucci shares this
signummagnum
111.4K

DECALOGO del Santo Abbandono – Don Dolindo Ruotolo

"Io, Dio Amore, ho solo pensieri di pace e non di affanno" 1. Prendi dalla mia mano ogni evento lieto o triste e benedici il mio Nome. 2. Non preoccuparti di ciò che deve ancora venire, perché le cose …More
"Io, Dio Amore, ho solo pensieri di pace e non di affanno"
1. Prendi dalla mia mano ogni evento lieto o triste e benedici il mio Nome.
2. Non preoccuparti di ciò che deve ancora venire, perché le cose e il tempo sono nelle mie mani.
3. Non affliggerti per quanto non ti riesce di fare, secondo i tuoi progetti e i tuoi gusti: pensa solo ad amare ed essere fedele.
4. Spegni in te ogni curiosità riguardo al tuo domani perché ogni giorno tu possa stupirti dei miei doni.
5. Dalla tua bocca e dal tuo cuore non escano lamenti perché io veglio su di te e non ti abbandono.
6. Gioisci in ogni momento sapendo che Io ti amo di infinito amore.
7. Comunica agli altri la tua letizia, che sgorga da un cuore totalmente donato al mio Amore. 8. Diffida sempre di te e affidati alla mia Volontà e alla mia Fedeltà. 9. Non inquietarti e non scandalizzarti degli altri, perché solo Io leggo nei loro cuori e li guido a salvezza. 10. Fa ogni giorno dono della tua vita, accogliendo con ugual pace la salute e la …
More
Mario Sedevacantista Colucci shares this
silvioabcd
Ogni volta che preghiamo il Padre nostro diciamo "sia fatta la Tua volontà" e quindi dichiariamo di affidarci a Lui, al Suo volere, però in realtà …More
Ogni volta che preghiamo il Padre nostro diciamo "sia fatta la Tua volontà" e quindi dichiariamo di affidarci a Lui, al Suo volere, però in realtà vogliamo far prevalere la nostra volontà. Don Dolindo è un santo sacerdote, ogni suo pensiero e preghiera viene direttamente da Dio, facciamolo conoscere affinchè non sia vanificato quanto da lui scritto .
signummagnum
21820

Rita da Cascia, la Santa dell'Impossibile (insegnamento e preghiera)

Cari fratelli e sorelle, il 22 maggio la Chiesa celebra la memoria liturgica di Santa Rita da Cascia. Per i fedeli è la «Santa degli impossibili», nonché un esempio mirabile in tutte le vocazioni da …More
Cari fratelli e sorelle, il 22 maggio la Chiesa celebra la memoria liturgica di Santa Rita da Cascia.
Per i fedeli è la «Santa degli impossibili», nonché un esempio mirabile in tutte le vocazioni da lei incarnate nella sua vita: moglie, madre, vedova, sposa di Cristo. Per questo santa Rita da Cascia è una delle figure più care alla pietà cristiana. I pellegrinaggi per venerarne il corpo, che porta i segni della sua partecipazione alla Passione di Gesù, sono spesso accompagnati da grazie e autentiche guarigioni spirituali, testimoniate dagli innumerevoli ex voto:
«Da sempre un incredibile e costante flusso di pellegrini lega quel piccolo paese umbro – Cascia – al mondo intero. In Rita ricercano certo la “santa degli impossibili”, ma nel senso che può tutto colei che tanto ha conosciuto e tanto ha amato: i devoti cercano la ragazza desiderosa di Dio, la donna dal matrimonio difficile, la sposa privata violentemente dello sposo, la madre che non sa più cosa fare per salvare i propri figli …More
Germana Garavaglia shares this
Domenico Gagliardi shares this
One more comment
signummagnum
1759

«Molti SEDUTTORI sono apparsi nel mondo»: Don Dolindo Ruotolo su 2 Gv 7-11

«Molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo! Fate attenzione a voi stessi, perché non abbiate a perdere quello …More
«Molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l'anticristo! Fate attenzione a voi stessi, perché non abbiate a perdere quello che avete conseguito, ma possiate ricevere una ricompensa piena. Chi va oltre e non rimane nella dottrina del Cristo, non possiede Dio. Chi rimane nella dottrina, possiede il Padre e il Figlio. Se qualcuno viene a voi e non porta questo insegnamento, non ricevetelo in casa e non salutatelo; poiché chi lo saluta partecipa alle sue opere perverse» (Seconda Lettera di San Giovanni – 2 Gv 7-11)
_________
San Giovanni (afferma): "Chiunque recede dalla verità e non sta saldo nella dottrina del Cristo non possiede Dio". La parola greca proàgon, che la Volgata traduce chi recede, può tradursi anche va più innanzi, nell’errore e nella superbia, sotto l’aspetto e l’illusione di un progresso scientifico. È la mirabile espressione della lingua greca, che indica lo stato d’animo di quelli che …More
Mario Sedevacantista Colucci shares this
signummagnum
11K

Grandi verità: i cattolici che cercano COMPROMESSI con il mondo negano la fede (Ven. Fulton J. Sheen)

Il secondo tipo di anime che possono trovare un aiuto nella prima parola sulla Croce sono coloro che, pur avendo il grande dono della fede, si lasciano influenzare dal mondo e negano o nascondono la …More
Il secondo tipo di anime che possono trovare un aiuto nella prima parola sulla Croce sono coloro che, pur avendo il grande dono della fede, si lasciano influenzare dal mondo e negano o nascondono la propria fede. Stiamo parlando di quei cattolici un po’ pavidi che dicono: “Certo che ho mangiato la carne alla festa di venerdì scorso. Non vorrai che mi faccia ridere dietro?”. Oppure “Sì, ho iscritto mio figlio ad un college non cattolico. Sono più aperti, sai, e mi darebbe fastidio farlo studiare con i figli dei poliziotti”. Oppure “Quando in ufficio tutti ridevano della Messa, non ho detto che sono cattolico, il capo è fortemente anticlericale, non posso rischiare di perdere il posto”.
Sicuramente, cattolici senza spina dorsale come questi avrebbero una vita più facile se rinunciassero alla fede. Gli uomini d’affari potrebbero farsi meno scrupoli nel fregare la concorrenza; le passioni giovanili troverebbero più facile sfogo; i mariti potrebbero avere una seconda moglie; le mogli un …More
veritas iustitia veritas iustitia
In una delle rivelazioni di Gesù a Renato Baron gli disse che le persone non si convertono perché si sono compromesse con il mondo. Aggiungo io, non …More
In una delle rivelazioni di Gesù a Renato Baron gli disse che le persone non si convertono perché si sono compromesse con il mondo. Aggiungo io, non vogliono rinunciare ai piaceri della carne, e quindi ad ogni sorta di desideri, di divertimenti in funzione dei quali vivono e ne fanno un idolo. Per esempio, se Il figlio o la nipote è bella o sono belli, devono sposare una persona importante con tanti soldi. Non pensavo che tra queste persone che fanno questi pensieri, e poi li mettono in pratica, vi sono anche dei discepoli, che fanno molto apostolato e tengono in scacco le loro famiglie, perché pregano, ma poi non conoscono e non mettono in pratica la Parola di Dio. Che desolante vedere costoro che sono spesso con la corona del Rosario e dopo aver ricevuto da loro del male, si debba pregare anche per loro, perché si convertano.
E questi sono pure ministri straordinari dell'Eucaristia.
Gesù, abbi pietà di noi che siamo peccatori!!!
signummagnum
811

Santa Caterina da Siena: "Non più tacere! Gridate con cento migliaia di lingue”

Al nome di Gesù Cristo crocifisso e di Maria dolce. Reverendo e carissimo padre in Cristo Gesù, io Catarina, serva e schiava de' servi di Gesù Cristo crocifisso, scrivo a voi nel prezioso sangue suo: …More
Al nome di Gesù Cristo crocifisso e di Maria dolce.
Reverendo e carissimo padre in Cristo Gesù, io Catarina, serva e schiava de' servi di Gesù Cristo crocifisso, scrivo a voi nel prezioso sangue suo: con desiderio di vedervi affamato del cibo della creatura per onore di Dio; imparando dalla prima dolce verità, che per fame e sete che egli ha della nostra salute, muore. Non pare che questo Agnello immacolato si possa saziare; grida in croce satollato da obbrobri, e dice che ha sete. Poniamochè corporalmente esso avesse sete, ma maggiore era la sete del santo desiderio che egli aveva della salute dell'anime. O inestimabile dolcissima Carità, e' non pare che tu dia tanto, dandoti a tanti tormenti, che non rimanga maggiore il desiderio che egli aveva della salute dell'anime di più voler dare tutto. N'è cagion l'amore. Non me ne maraviglio: chè l'amore tuo era infinito, e la pena era finita. E però gli era maggiore la croce del desiderio, che la croce del corpo.
Questo mi ricordo che il …More
signummagnum
1897

Sulla PERSECUZIONE che debbono sopportare i cristiani anche in tempo di pace

(…) Nessuno dovrebbe dire: “Non posso essere martire perché i cristiani non sono perseguitati” (…). Ascolta il Cristo in persona che dice: “Io sono la via, la verità, la vita” (Gv 14, 6). Se …More
(…) Nessuno dovrebbe dire: “Non posso essere martire perché i cristiani non sono perseguitati” (…). Ascolta il Cristo in persona che dice: “Io sono la via, la verità, la vita” (Gv 14, 6). Se Cristo è la verità, soffre per Cristo chiunque viene condannato per la verità e riceve il giusto premio. Nessuno dunque accampi scuse: tutti i tempi sono aperti ai martiri.
Nessuno deve dire neppure che i cristiani non sono perseguitati. L'affermazione dell'Apostolo non può essere annullata (…). Egli infatti dice: “Tutti coloro che vogliono vivere secondo la fede e uniti a Cristo, saranno perseguitati” (2 Tm 3, 12). Tutti, dice; non esclude nessuno, non eccettua nessuno. Se vuoi sperimentare la verità di ciò che dice, comincia a vivere fedele a Dio e unito a Cristo e vedrai ch'è vero quanto dice. Forse (…) non infuria il diavolo? L'antico avversario è sempre instancabilmente all'opera contro di noi, perciò non dobbiamo dormire (…).
Se uno (…) ti costringesse a testimoniare il falso senza dirti:…More
Mario Sedevacantista Colucci shares this
signummagnum
536
LA PACE DEL CUORE - di Padre Jacques Philippe La nostra è un'epoca di inquietudine e questa attitudine interiore, che permea la vita quotidiana dei nostri contemporanei, si manifesta altrettanto spesso …More
LA PACE DEL CUORE - di Padre Jacques Philippe
La nostra è un'epoca di inquietudine e questa attitudine interiore, che permea la vita quotidiana dei nostri contemporanei, si manifesta altrettanto spesso nella sfera della vita cristiana e spirituale. La nostra ricerca di Dio, della santità e del servizio al prossimo, è anch'essa spesso agitata, ansiosa, non fiduciosa e tranquilla, come dovrebbe essere, se assumessimo l'atteggiamento dei piccoli di cui ci parla il Vangelo. Quindi è estremamente importante capire che il cammino verso Dio e verso la perfezione diviene di gran lunga più efficace, breve e agevole quando l'uomo riesce a conservare in tutte le circostanze la pace profonda del cuore. È allora che si rende docile allo Spirito Santo e che il Signore realizza in lui, per mezzo della sua grazia, ben più di quanto non arriverebbe a fare con le proprie forze. Ecco quanto tratteremo nella prima parte. In seguito passeremo in rassegna un insieme di situazioni che sovente troviamo nel …More
26 pages
signummagnum
141.2K

Religione fai da te? No, grazie: grandi insegnamenti di Fulton Sheen

IL PERICOLO DEL CRISTIANESIMO SOCIALE E DELLA RELIGIONE INDIVIDUALE SENZA DOGMI “FAI DA TE” Molte anime temono che Nostro Signore voglia fare precisamente ciò che è implicito nel Suo nome “Gesù”, …More
IL PERICOLO DEL CRISTIANESIMO SOCIALE E DELLA RELIGIONE INDIVIDUALE SENZA DOGMI “FAI DA TE”
Molte anime temono che Nostro Signore voglia fare precisamente ciò che è implicito nel Suo nome “Gesù”, ossia “Colui che ci salva dai nostri peccati”. Desideriamo essere salvati dalla povertà, dalla guerra, dall’ignoranza, dalle malattie, dall’incertezza economica: salvezze, queste, che non investono le nostre passioni e concupiscenze individuali.
Ecco una delle ragioni della grande popolarità del cristianesimo “sociale”, ecco perché molti affermano che il Cristianesimo non dovrebbe fare altro che contribuire al ripulimento dei bassifondi o allo sviluppo delle relazioni internazionali. Questa specie di religione è, in verità, assai comoda, perché lascia tranquilla la coscienza individuale.
La prima tentazione di Satana sulla Montagna fu di cercare d’indurre Gesù Nostro Signore a rinunciare alla redenzione e salvezza delle anime per dedicarsi alla salvazione sociale trasformando le pietre in pani …
More
Mario Sedevacantista Colucci shares this
Luisa Cardinale
"I suoi scritti sono ben volentieri letti e proposti in siffatti ambienti -circuiti conservatori, in blog, profili e pagine di “tradizionalisti” e …More
"I suoi scritti sono ben volentieri letti e proposti in siffatti ambienti -circuiti conservatori, in blog, profili e pagine di “tradizionalisti” e presunti tali nei vari social network- come mirabili e dai profondi spunti meditativi."
3 more comments
signummagnum
626

Domenica delle Palme: contraddizione o vero cristianesimo?

La solennità della Domenica delle Palme o Domenica di Passione è una celebrazione peculiare che ha il suo posto unico all’interno del calendario liturgico dell'anno. Già il nome della festa indica …More
La solennità della Domenica delle Palme o Domenica di Passione è una celebrazione peculiare che ha il suo posto unico all’interno del calendario liturgico dell'anno. Già il nome della festa indica che esiste come una duplice dimensione che è scopribile all’interno della Liturgia stessa: gloria e passione, trionfo e dolore, vittoria anticipata e “apparente sconfitta”... Eppure ciò che alla ragione appare una insanabile contraddizione è così armonicamente congiunto dalla Sapienza di Dio: è un unico mistero che vive di due fasi: il MISTERO PASQUALE.
Ricorda il grande vescovo americano, il Venerabile Fulton Sheen: «Trionfale è stato definito quell'ingresso; ma Egli ben sapeva che gli “Osanna” si sarebbero mutati in “Crocifiggilo”, e i salmi in lance. Fra le grida della folla Egli riuscì a udire il bisbiglio di Giuda e le irate voci dinanzi al palazzo di Pilato. Il trono a cui veniva chiamato era una Croce, e la Sua vera incoronazione sarebbe stata una Crocifissione. Ora Egli posa il piede …More
signummagnum
11947

La LEGGE CRISTIANA della vita: "morire per vivere" (Ven Fulton J. Sheen)

«Non ci sarà mai una Risurrezione nelle nostre vite a meno che non ci sia una croce. La legge cristiana della vita è che dobbiamo morire per vivere. Non voglio dire morire fisicamente ma mortificazione …More
«Non ci sarà mai una Risurrezione nelle nostre vite a meno che non ci sia una croce. La legge cristiana della vita è che dobbiamo morire per vivere. Non voglio dire morire fisicamente ma mortificazione e rinnegamento di sé, l'applicazione della croce su noi stessi. Non possiamo vivere con Gesù, a meno che non moriamo a noi stessi.
Noi non amiamo la croce nelle nostre vite, infatti ci piace fuggirla. In un'occasione i greci vennero da nostro Signore. Non sappiamo che cosa i greci abbiano chiesto a nostro Signore ma possiamo intuirlo grazie alla risposta di nostro Signore ai greci. Io penso che i greci abbiano detto a Nostro Signore – e questo accadde a due settimane dalla crocifissione: “Se tu resti qui tra questa gente, ti uccideranno. Perché non lasci questa terra? Vieni ad Atene. Siamo il paese degli uomini saggi. Abbiamo ucciso solo una grande mente nella nostra storia, fu Socrate e ce ne pentiamo ogni istante da quando gli abbiamo dato quel veleno. Perciò se resti qui, tu morirai. …More
Maria di Magdala shares this
veritas iustitia veritas iustitia
Ven. Fulton Sheen. Quando verrà il Pastore santo predetto, chiameranno questo vescovo, il Nuovo Apostolo delle genti, perché le sue parole in questi …More
Ven. Fulton Sheen. Quando verrà il Pastore santo predetto, chiameranno questo vescovo, il Nuovo Apostolo delle genti, perché le sue parole in questi tempi rappresentano la Chiesa viva che porta la croce con questo grande Pastore, che dal Cielo ci guida e le cui parole sono sempre vive ed attuali.
signummagnum
1.3K

Un appello... all'INTOLLERANZA! - Ven. Fulton J. Sheen

DAL LIBRO: “VERITÀ E MENZOGNE: UNA CRITICA PROFETICA DEL PENSIERO MODERNO” (Edizioni Mimep). ESTRATTO DAL CAPITOLO 7: “UN APPELLO ALL’INTOLLERANZA” _____________ Si dice che l’umanità sia colpita …More
DAL LIBRO: “VERITÀ E MENZOGNE: UNA CRITICA PROFETICA DEL PENSIERO MODERNO” (Edizioni Mimep). ESTRATTO DAL CAPITOLO 7: “UN APPELLO ALL’INTOLLERANZA”
_____________
Si dice che l’umanità sia colpita dal morbo dell’intolleranza. In realtà è vero il contrario. Essa è affetta da un eccesso di tolleranza, la tolleranza su ciò che è giusto e su ciò che non lo è, sulla verità e sull’errore, sulla virtù e sul vizio, sul Cristo e sul caos.
Nel nostro Paese non imperversano tanto i bigotti, quanto gli spiriti tolleranti. L’uomo che sa prendere una decisione secondo un ordine preciso, così come sa rifarsi il letto, viene definito bigotto e colui che non sa organizzare i propri pensieri, più di quanto saprebbe compiere l’impresa di recuperare il tempo perduto, viene definito liberale e tollerante. Il bigotto è colui che rifiuta di accettare una ragione per qualsiasi cosa e l’uomo tollerante è colui che accetta qualsiasi cosa per una ragione – a patto che non sia una ragione valida. È vero che si esige …More

Parole SUBLIMI di don Don Dolindo Ruotolo (per la vita spirituale)

Oh se noi sapessimo farci condurre da Dio nella nostra vita, se avessimo la calma di seguirlo e di attenderlo! Ma noi siamo come bimbi irrequieti, che presi in braccio dalla madre che li vuol curare,…More
Oh se noi sapessimo farci condurre da Dio nella nostra vita, se avessimo la calma di seguirlo e di attenderlo!
Ma noi siamo come bimbi irrequieti, che presi in braccio dalla madre che li vuol curare, si agitano e credono che le sue materne cure siano un male.
Dio ci manda sulla terra per conquistare l’eterna gloria, ci manda in una valle di lacrime, in un luogo di prova e di pericoli, dove i nostri cattivi fratelli e i demoni congiurano contro di noi per rovinarci e diventano invece inconsciamente gli strumenti della nostra esaltazione.
Le prove della vita non sono per noi un fallimento, una sventura, una iettatura, un destino spietato, sono soltanto il mezzo per raggiungere il nostro principato eterno. Queste prove sono dosate, per così dire, dalla divina volontà e dal pieno abbandono in Dio; diventano velenose, invece, se sono dominate dalla nostra volontà e dalla nostra agitazione.

Guarda la vetrina di un farmacista, considera quei farmaci fuori della dosatura del medico: in quegli …More
Mario Sedevacantista Colucci shares this
signummagnum
2.1K

EX MASSONE: "ERO SERVO DEL DIAVOLO E NON LO SAPEVO"

Nella nostra traduzione da Catholic News Agency. Serge Abad Gallardo, ex alto funzionario del governo francese e venerabile maestro della massoneria, rivela le radici spirituali e ideologiche …More
Nella nostra traduzione da Catholic News Agency. Serge Abad Gallardo, ex alto funzionario del governo francese e venerabile maestro della massoneria, rivela le radici spirituali e ideologiche anticristiane di quest’ultima e il suo impatto sulla politica dei paesi democratici. A cura di Solène Tadié
* * *
14 febbraio 2020 — Da giovane, Serge Abad Gallardo aderì alla massoneria credendo che essa fosse in grado di trasformare in modo positivo il mondo. Ventiquattro anni dopo si è convertito a Cristo, persuaso di aver servito la causa sbagliata e, soprattutto, il Maestro sbagliato.
Architetto, ex-alto funzionario del governo francese, Gallardo aveva raggiunto il grado di venerabile maestro e faceva parte dell’alta gerarchia dell’ordine massonico mondiale Le Droit Humain, che ha abbandonato nel 2012 dopo aver avuto una profonda esperienza spirituale nel Santuario di Nostra Signora di Lourdes che lo ha portato alla conversione.
Da allora, Gallardo ha dedicato il suo tempo a narrare la sua …More
signummagnum
11.9K

Un Papa voleva togliere il celibato per i preti. Morì prima di riuscirci!

Il celibato imposto al sacerdozio ha origine da un precetto o da una consuetudine? E perché la Chiesa Cattolica lo ritiene necessario, mentre può essere ragione di cadute che forse potrebbero essere …More
Il celibato imposto al sacerdozio ha origine da un precetto o da una consuetudine? E perché la Chiesa Cattolica lo ritiene necessario, mentre può essere ragione di cadute che forse potrebbero essere evitate da chi potesse crearsi una legittima famiglia? (M. G. - Roma).
____________
Sono grato al rocchigiano M. G. per l’occasione che mi porge di dire una chiara parola sul vitale argomento che tanto interessa il mondo laico d’oggi.
Non sono mancati i « precettisti », nei due sensi opposti. V’è chi, nel campo protestante, quando S. Paolo dice che Vescovi, Preti e Diaconi debbono essere scelti tra chi « abbia preso una sola moglie » (1 Timoteo 3, 2-12; Tito 1, 6), vi vede il precetto dato al clero di prendere moglie. Senza accorgersi che ciò porrebbe S. Paolo in contraddizione con il sacro celibato da lui prescelto, magnificato e prudentemente consigliato (cfr 1 Corinti 7, 7; 32-35) e con il privilegiato consiglio di Gesù: « Vi sono eunuchi che si fanno tali da sé stessi per il regno dei …More
LiberaNosDomine
...speriamo e preghiamo
signummagnum
32.5K

Preziosissimi consigli spirituali, utili per tutti (La Scure di Elia)

Verrebbe da dire che Gesù si è adeguato a Pietro, piuttosto che Pietro a Gesù! È proprio questo adeguamento divino a dare speranza al discepolo, che ha conosciuto la sofferenza dell’infedeltà. Da …More
Verrebbe da dire che Gesù si è adeguato a Pietro, piuttosto che Pietro a Gesù! È proprio questo adeguamento divino a dare speranza al discepolo, che ha conosciuto la sofferenza dell’infedeltà. Da qui nasce la fiducia che lo rende capace della sequela fino alla fine: «Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: “Seguimi”» (Gv 21,19). Da quel giorno Pietro ha “seguito” il Maestro con la precisa consapevolezza della propria fragilità; ma questa consapevolezza non l’ha scoraggiato. Egli sapeva infatti di poter contare sulla presenza accanto a sé del Risorto (Benedetto XVI, Udienza generale, 24 Maggio 2006).
Ancora una volta la Provvidenza viene in nostro soccorso tramite un testo fornitoci, questa volta, non dall’Ufficio Divino, ma da una lettrice. In esso la fine sensibilità spirituale di papa Benedetto ci apre uno squarcio sul mistero dell’azione di Dio nelle anime. Gesù, nella triplice interrogazione con cui concede all’apostolo Pietro …More
Diodoro
A mio giudizio -e secondo la mia esperienza- la Messa "Nuova" non è né carente né dannosa. Ciò che sconvolge la situzione attuale della Chiesa è il …More
A mio giudizio -e secondo la mia esperienza- la Messa "Nuova" non è né carente né dannosa. Ciò che sconvolge la situzione attuale della Chiesa è il fatto che molti Preti e moltissimi Vescovi "Occidentali" VOGLIONO far nascere una Nuova Chiesa - che non può essere che una Pseudo-chiesa.
Usano lo spazio sacro, sia quello fisico sia quello rituale, per spingere l'idea che "Dio è sempre dalla nostra parte" e che tutto ciò che abbiamo da fare è "ballare intorno a Lui".
----------------
L'unica vera carenza che ho riscontrato, da moltissimi anni, è il "congedo" alla fine della Santa Messa: troppo rapido, sia nel non dare tempo per il Ringraziamento e il ripensamento a ciò che si è ascoltato, sia nel ridurre la Benedizione finale a una formula telegrafica.
........................
In altre parole, a mio giudizio l'idea (tipica di molti Tradizionalisti) secondo cui papa Benedetto si rese colpevole di non-condanna della Messa Novus Ordo è inaccettabile.
In pratica il Papa si trovò, dopo la …More
One more comment

ALLARME BLASFEMIA: GAYPRIDE CREMONA 2022

Sabato 3 giugno 2022, durante il Gay Pride di Cremona, dedicato all'orgoglio e alla rivendicazione de diritti LGBTQ+, è stata esibita una statua a dimensioni naturali vestita da Madonna con i seni …More
Sabato 3 giugno 2022, durante il Gay Pride di Cremona, dedicato all'orgoglio e alla rivendicazione de diritti LGBTQ+, è stata esibita una statua a dimensioni naturali vestita da Madonna con i seni scoperti, truccata pesantemente ed ornata con accessori sadomaso, scortata da Drag Queen e bandiere arcobaleno.
L'evento ha sollevato un coro di indignazione da parte di esponenti politici (specialmente dei partiti di destra), e ringraziando Dio, anche da parte del vescovo della Diocesi di Cremona.
Il vescovo Antonio Napolioni, si è fatto portavoce delle proteste di numerosi cremonesi, dichiarando sull' Avvenire:
“Raccolgo lo sconcerto di numerosi cittadini, credenti e non credenti, per la presenza di immagini offensive ed evidentemente blasfeme, che non possono avere alcun valore educativo o comunicativo di valori e diritti. Sono gesti che non fanno bene a nessuno, e che feriscono anche i tanti che si stanno impegnando con reciproco rispetto per una società senza discriminazioni”.
E sul sito …More
Antonella 75
Come si chiama il sacerdote di questo Canale?
gennaro fatticcio
Un pastore della chiesa di Cristo, deve denunciare con fermezza e decisione all'autorità, di far vietare o di sospendere tali manifestazioni.Perchè …More
Un pastore della chiesa di Cristo, deve denunciare con fermezza e decisione all'autorità, di far vietare o di sospendere tali manifestazioni.Perchè noi cristiani cattolici non possiamo più tollerare questi atti blasfemi contro Cristo Gesù e contro la Madre di Dio.
3 more comments
signummagnum
73K

Il Giudizio Particolare – Fioretti ed episodi

Consideriamo con molta serietà il giorno della nostra morte e della comparsa dinanzi al Giudice Supremo che passerà in rassegna tutta la nostra vita, giudicandola e dando la giusta retribuzione ai …More
Consideriamo con molta serietà il giorno della nostra morte e della comparsa dinanzi al Giudice Supremo che passerà in rassegna tutta la nostra vita, giudicandola e dando la giusta retribuzione ai nostri pensieri, parole, opere e omissioni. In vista di quel giorno al quale nessuno di noi potrà sfuggire, accumuliamo depositi interi di opere buone e viviamo in modo santo, il più possibile. Quanto tempo sprechiamo in cose inutili! Pensiamo mai che il tempo a nostra disposizione è come del denaro datoci per impiegarlo tutto nel bene? Quanto ne gettiamo via con facilità impressionante? Se il santo o chi si sforza di vivere come tale è deriso o quanto meno incompreso in terra, la situazione sarà completamente ribaltata al momento della morte: sarà il non-santo a doversi coprire il volto dalla vergogna... Perché non essere saggi e capire che solo la santità conta in questa vita? Perché non cominciare sin da subito a dare una direzione diversa alla nostra vita all'insegna della preghiera, dei …More
Il milanese
L'amico Sacerdote carissimo aveva straragione ed affermava una verità ripetuta dai Santi nel corso dei secoli. Ed in effetti guai ad avere una vita in …More
L'amico Sacerdote carissimo aveva straragione ed affermava una verità ripetuta dai Santi nel corso dei secoli. Ed in effetti guai ad avere una vita in pace e senza tribolazioni....bruttissimo segno. Quanto è vero e quanto apparteneva alla schiera dei vecchi santi sacerdoti di una volta il suo amico.
Giosuè
gloria.tv/user/qQ3dQWS6jR9Q3zm SBQJfRxtMr @N.S.dellaGuardia Un mio caro amico sacerdote scomparso un paio d'anni fa affermava: "guai se uno afferma di …More
gloria.tv/user/qQ3dQWS6jR9Q3zm
SBQJfRxtMr
@N.S.dellaGuardia
Un mio caro amico sacerdote scomparso un paio d'anni fa affermava: "guai se uno afferma di non aver la benché minima sofferenza, significa che Dio l'ha abbandonato". Era un sacerdote sempre in talare, devotissimo della Madonna, faceva penitenza, a mezzogiorno aveva recitato 4 rosari. Per il resto della giornata tra incontri di preghiera e persone che invitava a pregare ne recitava altri. Tutto disponibile a confessare. Mio amico carissimo!
5 more comments